facebooktwitter

nonsolocontro2017

7666960 Visualizzazioni

giovanna ballesio

 

 Era la memoria storica di Rivarossa

Il ricordo di Giovanni Perrone e del sindaco Vallino

Luigi Benedetto

Il Coronavirus ha fatto una vittima a Rivarossa. Si è portato via Giovanna Ballesio, una delle memorie storiche del paese. Protagonista, con Renata Cafueri e Giovanni Perrone, di tante ricerche sulla storia di Rivarossa. Ed è proprio il presidente della Pro loco a volerla ricordare: «Giovanna era una combinazione magica, che non si ripeterà mai più. Era unica, speciale - racconta - Quando siamo andati da lei perché raccontasse la Rivarossa di un tempo le brillavano gli occhi, e nei suoi racconti cercava di ricordare il più possibile per poterci donare tutte le informazioni necessarie per mantenere vivo il ricordo del suo paese tanto amato. Queste informazioni sono state divulgate in diverse occasioni in anni passati, come la “Giornata del dialetto”, per esempio, o nel calendario storico, e adesso anche attraverso il gruppo Facebook “Rivarossa memoria d’altri tempi”. Un mattino, uscita dalla chiesa dove si recava ogni giorno dopo la spesa per accendere una candela, mi disse quanto la preghiera fosse importante per lei. Era una donna credente che viveva la sua vita secondo la legge di Dio, e sapeva che la morte era solo un passaggio: per questo non rattristiamoci di averla persa, ma ringraziamo di averla conosciuta. Ciao Giovanna, ci mancherai, ma un giorno ci abbracceremo di nuovo e ci ritroveremo tutti insieme nella Comunione dei Santi. Alla famiglia vadano le più sentite condoglianze».

E anche il sindaco Enrico Vallino ha il suo personale ricordo da condividere: «Se n’è andata in punta di piedi la nostra Giovanna Ballesio - dice - Ricordo con vivo piacere gli incontri occasionali davanti al Municipio quando si recava a fare la spesa, ultimamente con l’aiuto del carrello. Una persona esemplare dal carattere sobrio e discreto, amabile e cordiale, sensibile e prudente nelle relazioni, sempre gentile e sorridente nonostante gli acciacchi. Non mancava mai l’esortazione per il sindaco con una stretta di mano: “Cercate di fare del bene per il paese”. Apparteneva ad una generazione umile e forte, con un innato senso del dovere, cresciuta nelle difficoltà e forgiata dalle privazioni. Una generazione che a causa della propria fragilità sta pagando un prezzo altissimo all’impietoso flagello del Coronavirus. Rappresenta un patrimonio sociale che non sarà facile ricostruire. Addio cara Giovanna, sarai sempre nella nostra mente e nei nostri cuori».

sostienicinew4


Cerca nel giornale

 CLICCA SUL BANNER E VEDI: Conad Favria via Caporal Cattaneo, 65

CONAD FAVRIA 1


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro 

 

 

 

 

    

 

 

 

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Illustri Sconosciuti

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com