facebooktwitter

nonsolocontro2017

7884171 Visualizzazioni

consiglio comunale

 

In Consiglio il bilancio delle attività 

Cavapozzi: «Un'opera preziosa, svolta nel silenzio generale, con volontari e associazioni»

Luigi Benedetto

Il ritorno alla normalità passa anche attraverso un Consiglio comunale. Convocato, come d'abitudine, nell'auditorium. Aperto al pubblico (seppure con le dovute misure di sicurezza). Con gli amministratori a distanza e ognuno con la sua brava mascherina. Non la normalità piena, quindi, ma un bel passo avanti rispetto alle sedute convocate a distanza, on line.

Un Consiglio, quello di giovedì sera, servito anche per tracciare un bilancio di quanto avvenuto nei lunghi giorni del lockdown:

«Prima di tutto è necessario ringraziare tutti coloro che si sono attivati in quel momento – ha ribadito il sindaco, Giorgio Culasso – Gli amministratori qui presenti. E poi i tanti volontari e le associazioni. Si dice che abbiamo avuto fortuna. La fortuna è importante. Ma dietro la fortuna c'è un lavoro immenso. Ci sono persone che hanno messo sul piatto le idee: non a caso il mercato di San Benigno ha aperto prima di tutti gli altri. Persone che si sono alzate alle cinque del mattino. Che non si sono risparmiate».

michele cavapozzi

E a dare un'idea del lavoro che c'è stato, ha provveduto il consigliere Michele Cavapozzi:

«Un lavoro prezioso, svolto nel silenzio generale grazie anche ad un nuovo gruppo di Protezione civile, davvero prezioso. Con i consiglieri e i medici di base abbiamo costituito, in un momento nel quale le direttive erano poche e confuse, una rete che ci ha permesso di avere sempre il numero delle persone contagiate o sottoposte a quarantena. E ci ha permesso di essere vicini a quelle persone, prima di tutto per far sapere loro che non erano state abbandonate, e poi per aiutarli in tutti i modi possibili. La consegna dei medicinali o dei generi alimentari è stata solo la punta dell'iceberg. In alcuni casi è stato allestito un collegamento elettrico, in altre è stata fornita la legna o dei pannelli fotovoltaici. Siamo stati in ospedale, a portare il cambio alle persone ricoverate, e che non poteva avere il necessario supporto dai famigliari sottoposti a quarantena. E in alcuni caso ho anche svolto servizio bancomat, andando a prelevare quanto serviva alle persone che non potevano uscire».

«Un lavoro importante, realizzato con la collaborazione di tanti volontari e di tante associazioni – ha concluso il primo cittadino – Dalla Protezione civile alla Croce Bianca di Volpiano, dall'associazione Commercianti al Gruppo Giovani, dal Sorriso agli Amici di Fruttuaria all'associazione Carabinieri».

Un bell'esempio di cosa vuol dire essere comunità. Sperando, però, di non dover più mettere alla prova tanta solidarietà e tanta vicinanza.


Cerca nel giornale

 Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

  donazione nonsolocontro     

                                 

 

                  

Gli esperti

SCIENZA

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com