facebooktwitter

nonsolocontro2017

7317800 Visualizzazioni

consiglio 28dicembre2020

 Bocciata la mozione di CiViCo

Prime scintille tra la maggioranza e il gruppo di opposizione

Luigi Benedetto

Cambiano le modalità, o meglio gli importi, del sostegno alimentare rivolto alle famiglie che vivono una situazione di difficoltà legata alla pandemia. 

A lanciare la palla in avanti sul tema, il gruppo CiViCo, al suo primo atto in Consiglio:

«Gli importi stabiliti ad aprile erano oggettivamente troppo esigui per rappresentare un effettivo sollievo alle famiglie - ha commentato Michele Cavapozzi illustrando la mozione presentata - Come dimostra il fatto che dall’istituzione del primo fondo il Comune ha erogato i buoni in tre diverse soluzioni, non riuscendo a spendere l’intero importo assegnato, e lasciando inutilizzati nelle casse del Comune più di 7.500 euro per mesi. Per alleviare in maniera più efficace ed efficiente la situazione di difficoltà di molte famiglie, la nostra proposta è che la Giunta riveda l’importo dei buoni, erogando 200 euro alle famiglie con un solo componente, 300 alle famiglie con 2 o 3 componenti e 400 alle famiglie con 4 o più componenti».

La mozione, con il voto contrario della maggioranza, non è stata approvata:

«Il criterio che abbiamo usato ad aprile è stato quello della prudenza, non sapendo né quante famiglie si sarebbero fatte avanti, né come sarebbe evoluta la situazione - è stata la risposta dell’assessora Maura Geminiani - Abbiamo devoluto somme inferiori, ma l’abbiamo fatto più volte, richiamando chi aveva fatto richiesta, per essere certi di non lasciare nessuno indietro. Ora, con l’esperienza maturata in primavera, abbiamo le idee più chiare sui numeri delle persone che potrebbero chiedere un aiuto, e abbiamo alzato, prima ancora che questa mozione fosse protocollata, le somme, stanziando 150 euro per le famiglie con un solo componente, 300 a quelle con 2 o 3 componenti e 420 per quella con 4 o più componenti».

Tutti contenti? Solo in parte. Perché se è vero che CiViCo, sempre per bocca di Cavapozzi, ha preso atto del fatto che l’Amministrazione è comunque andata nella direzione indicata dalla mozione, è altrettanto vero che il gruppo di opposizione non ha preso bene lo svolgimento della serata:

«Un consiglio che si è svolto praticamente a porte chiuse, a causa di problemi tecnici. Un peccato. O forse no, perché lo spettacolo offerto non è stato dei migliori. Se non fosse stato per il nostro gruppo, in discussione ci sarebbe stata solo l’approvazione degli atti della seduta precedente e una delibera tecnica fornita dagli uffici. Le uniche proposte costruttive sono arrivate dal nostro gruppo. Come la mozione per la rimodulazione, in aumento, dei buoni per l’emergenza alimentare, respinta nei numeri ma sposata in pieno, nei fatti, dalla Giunta, con minime variazioni fatte giusto per non dare soddisfazioni al proponente». 

 


Cerca nel giornale

 Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

  donazione nonsolocontro     

                                 

 

                  

SPORT

Gli esperti

Image Mercoledì, 24 Febbraio 2021
L'osso di pelle per cani: pericoloso e tossico

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com