facebooktwitter

nonsolocontro2017

3902661 Visualizzazioni

incontro 46

 

Un incontro al liceo "Giordano Bruno"

Sono 231 gli studenti provenienti da Leini e Mappano che puntualmente patiscono il disagio

Nadia Bergamini

Sono 231 gli studenti che frequentano il liceo "Giordano Bruno" (il 21%) provenienti da Leini e Mappano che quotidianamente patiscono il disagio di una linea bus, la 46 GTT, perennemente in ritardo o con mezzi talmente affollati da lasciare spesso a piedi  studenti e pendolari. Senza contare gli utenti che frequentano altre scuole della città o lavoratori costretti a pagare un abbonamento da capogiro per un servizio da terzo mondo.

A sollevare la questione è stata la dirigente scolastica del liceo, Miriam Pescatore, costretta a giustificare quotidianamente i ritardi dei ragazzi, o peggio a doverli autorizzazre ad entrare almeno mezz'ora prima per evitare i ritardi. Ieri pomeriggio, mercoledì 16 ottobre, proprio nella scuola di via Marinuzzi, è stato organizzato un incontro con i sindaci di Mappano, Leini e Borgaro (quest'ultimo per la navetta 46N), la cosigliera metropolitana delegata all'istruzione, Barbara Azzarà, la rappresentante dell'Agenzia per la mobilità Licia Nigrogno,  i responsabili di GTT, Roberto Ferrero e Ugo Diamante e la presidente della Circoscrizione 6 Carlotta Salerno. Nell'Auditorium del liceo presenti anche tante famiglie e studenti imbufaliti dal pessimo servizio offerto.

miriam pescatore

Cosa è emerso?

Innanzitutto come hanno sottolineato i sindaci di Mappano, Francesco Grassi, di Leini, Renato Pittalis e di Borgaro, Claudio Gambino che i loro non sono cittadini di serie B e hanno quindi tutti i diritti  ad un servizio efficiente. Anche perchè lo pagano profumatamente. Non solo efficiente, ma anche comodo e sicuro, cosa che al momento è meno di una chimera. Pittalis ha anche sottolineato che al di là degli studenti che hanno il diritto allo studio e quello di arrivare in orario a scuola, tutti i cittadini devono poter usufruire di mezzi che in 15 minuti, come accade altrove, arrivino in centro a Torino.

Ma per questo serve la revisione totale della rete urbana già in corso e di quella extraurbana che partirà a breve e porterà ad una rivisitazione totale. "Bisognerà però sempre fare i conti con le risorse - ha specificato la Nigrogno - la coperta è corta".

Nessuna buona notizia invece, sulla tariffazione che sempre la Nigrogno ha spiegato attualmente la definisce il gestore.

Quali soluzioni per migliorare il servizio del 46?

I responsabili di GTT hanno definito per l'andata quattro orari 7.05, 7,13, 7,22, 7,30: i primi tre effettuati con mezzi da 18 metri. Una soluzione che dovrebbe garantire l'entrata a scuola per tutti i ragazzi in orario. Qualcuno ha chiesto altrettanta solerzia anche per il ritorno a casa e Ferrero e Diamante hanno preso nota

La proposta

Tante ne sono arrivate dai ragazzi, ma quella che certamente potrebbe essere risolutiva è stata avanzata da Mappano, Leini e Borgaro: assestare il 46 - che ad oggi fa (disservizi a parte) fa un tragitto improponibile collegando il capolinea di Leini a Porta Susa in oltre un'ora e mezza - a Stura interconettendo il servizio su gomma con quello ferroviario metropolitano (da Stura a Porta Susa in 7 minuti).

carlo tasca

Per ora Comuni, studenti, pendolari e famiglie hanno incassato un primo risultato: 4 bus nell'ora di punta mattutina e l'utilizzo di tre bisarche. 

E' un punto di partenza. Il primo anche perchè sindaci, amministratori e perfino la presidente della Circoscrizione 6, al fianco dei loro cittadini questa battaglia intendono portarla fino in fondo.

 

 


Cerca nel giornale

       Vedi e clicca qui: Wash'n @ 

   lavanderia corretto

 

banner marielisa

 

 

 

SPORT

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Più letti

Lunedì, 06 Aprile 2020
Federico ha sconfitto il Covid 19
Domenica, 09 Giugno 2019
Leini, Incidente nella notte
Mercoledì, 20 Novembre 2019
Leini, i carabinieri chiudono il bar Oasi
Sabato, 27 Luglio 2019
Tromba d'aria su Borgaro e Mappano

Ultime news

Video del giorno

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.