facebooktwitter

nonsolocontro2017

5778139 Visualizzazioni

bomba a4

 

Tutte le informazioni utili ai cittadini

Si invita alla massima prudenza e al rispetto delle disposizioni

Federica Carla Crovella

Mancano ormai meno di 12 ore all’avvio delle operazioni per la bonifica della bomba d’aereo inglese che risale all'ultimo conflitto mondiale, rinvenuta nei giorni scorsi in via Nizza, all’altezza del civico 61. Oggi sono stati portati a termine il consolidamento e la preparazione delle attrezzature necessarie per procedere: domani mattina, dopo l’evacuazione della popolazione e lo sgombero delle zone interessate, che avranno luogo dalle 7 alle 9, si partirà con i lavori. Tutta l’operazione dovrebbe terminare intorno alle 17; tuttavia, per maggior prudenza si consiglia di attenersi alle informazioni che saranno fornite in tempo reale.

La prima fase dei lavori prevederà l’inibizione della prima spoletta, con una schiuma poliuretanica; seguirà il “taglio” della bomba, mediante un cannone che la segherà con un getto di acqua e sabbia. Questo permetterà di inibire anche la seconda spoletta; solo a quel punto l’ordigno potrà essere rimosso in sicurezza e trasportato in una cava a Ciriè dove verrà fatto brillare.

bomba via nizza

Questa delicata operazione comporterà non pochi disagi ai torinesi, in primis a chi abita nei dintorni della zona interessata; infatti, in base alla distanza dall’ordigno, gli edifici vengono inscritti in una Zona Rossa, più a ridosso del punto interessato, e in una Zona Gialla. Chi risiede nella Zona Rossa, ovvero nel raggio di 300 metri dal punto interessato, dovrà necessariamente lasciare la propria abitazione per questioni di sicurezza; si tratta di 9.582 residenti tra i quartieri San Salvario e Crocetta. Chi non dovesse trovare autonomamente una sistemazione alternativa per la giornata sarà ospitato presso i padiglioni 2 e 3 di Lingotto Fiere, in via Nizza 294, raggiungibile con il servizio navetta disponibile fino alle 9.

Sono 15 mila le persone che invece risiedono nella Zona Gialla; quest’area si estende per quasi un chilometro quadrato, circoscritta da corso Dante, corso Massimo d’Azeglio, corso Re Umberto e l’asse di via Legnano e via Baretti. In questo caso le abitazioni non saranno evacuate, ma i residenti non potranno uscire da casa fino al termine delle operazioni e dovranno attenersi ad alcune precauzioni: tenere chiuse finestre, tapparelle e infissi esterni; in mancanza di questi, ricoprire con nastro adesivo dall’interno i vetri degli infissi rivolti verso via Nizza; non sostare vicino alle finestre e alle porte dei balconi. Nel caso in cui si presentasse l’estrema necessità di lasciare la propria abitazione contattare il numero 800444004 per essere autorizzati.

pericolo

In entrambe le zone sarà emanato il divieto di transito ai veicoli e il divieto di sosta e per motivi di sicurezza non saranno regolarmente aperti gli esercizi commerciali. Si invitano i cittadini a rispettare scrupolosamente tutte le disposizioni, poiché anche a seicento metri di distanza dall’ordino sarebbe avvertita l’onda d’urto di una potenziale esplosione; anche chi risiede fuori dai tratti interessati è invitato alla massima prudenza.

I disagi potrebbero coinvolgere gran parte della popolazione torinese; infatti, le operazioni di bonifica comporteranno ripercussioni anche sui trasporti: la circolazione dei treni a Porta Nuova sarà sospesa dalle 9.30 alle 16.30, i collegamenti regionali coinvolgeranno altre stazioni: Torino Porta Susa: linea Torino-Milano; Chivasso: linea Torino-Aosta/Ivrea; Torino Lingotto: linea Torino/Cuneo/Genova/Savona; Collegno: linea Torino-Modane/Bardonecchia e Susa (Sfm 3).

Trenitalia garantirà un servizio sostitutivo in autobus fra Torino Lingotto e Torino Porta Nuova; un servizio navetta sarà attivato anche dalla stazione ferroviaria di Collegno al capolinea della metropolitana (fermata Fermi).
Numerose anche le deviazioni di bus e tram che transitano lungo la zona delle operazioni: per tutti i dettagli a questo proposito si consiglia di consultare il sito www.gtt.to.it/cms/( Gruppo Torinese Trasporti).

I servizi aeroportuali non saranno interrotti e l’aeroporto di Caselle resterà aperto, ma nella fascia oraria in cui si procederà alla bonifica, dalle 9.30 alle 16.30, potranno verificarsi variazioni, comunica SAGAT S.p.A. - Società Azionaria Gestione Aeroporto Torino «Si ribadisce che le limitazioni riguardano la sospensione delle operazioni strumentali di atterraggio degli aeromobili presso l’Aeroporto di Torino e, pertanto, potranno verificarsi ritardi o cancellazioni dei voli in arrivo e in partenza nella fascia oraria indicata. La scelta operativa di cancellare o riprogrammare i voli nella suddetta fascia oraria resta in capo alle singole compagnie aeree, che a loro volta daranno comunicazione ai passeggeri interessati in merito allo stato dei voli». Per informazioni, oltre alle rispettive agenzie di viaggio e compagnie aeree, resta a disposizione dei viaggiatori il servizio Informazioni Voli di Torino Airport al numero 011 5676361-2.

Ecco alcuni numeri utili in caso di necessità:

Protezione Civile di Torino 800 444 004

Polizia Municipale Pronto Intervento 011 011 1

Numero Unico Emergenze 112

Per tutti i dettagli e le informazioni in tempo reale, che saranno fornite dalle 7 di domani, consultare il sito: www.comune.torino.it  

 


Cerca nel giornale

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

 donazione nonsolocontro

 

 

SPORT

Gli esperti

Image Martedì, 22 Settembre 2020
Displasia del gomito nel cane

SCIENZA

Image Martedì, 15 Settembre 2020
Mario, e Luigi, compiono 35 anni

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com