facebooktwitter

nonsolocontro2017

3287658 Visualizzazioni

Day of disability

 

Ricorrenza ancora più sentita per UICI che compie 99 anni

Laiolo: "molta strada è stata fatta, ma rimangono alcune criticità ancora da risolvere"

Chiara Mingrone

Oggi, mercoledì 3 dicembre, si celebrala Giornata Internazionale delle persone con disabilità e quest’anno la ricorrenza è ancora più sentita questo perché la UICI (unione italiana Ciechi e Ipovedenti) festeggia 99 anni e a proposito il presidente della sezione torinese Giovanni Laiolo dice:

"la nostra associazione sta per compiere cent’anni. Nel prepararci per questo importante anniversario, che celebreremo nel 2020, viene naturale rivolgere lo sguardo alla strada fin qui compiuta e, contemporaneamente, spingersi col pensiero verso nuovi, ambiziosi orizzonti” e continua “un prezioso momento di incontro e di dialogo. Guai però se tutto si riducesse a qualche discorso celebrativo e a un paio di interventi di facciata. Una giornata come questa ha davvero valore solo se riesce a lasciare un segno, contribuendo ad abbattere le barriere che ancora ostacolano il pieno inserimento delle persone disabili nel tessuto sociale”.

Gianni Laiolo sito

Ovviamente negli ultimi anni il rapporto tra disabile e società civile è cambiato e Torino si è dimostrata pronta a cogliere queste novità. Importante ricordare come pochi giorni fa proprio la regione Piemonte abbia stanziato nuovi fondi in modo da poter permettere all’università di Torino di dotarsi di un programma di sottotitolazione automatica chiamato Dragon NaturallySpeaking per venire incontro alle esigenze dei suoi studenti sordo-muti.

Sicuramente le nuove tecnologie hanno aiutato a ricoprire quel divario tra “normo dotati” e non ma è stato importante anche il cambiamento culturale che è avvenuto facendo sì che l’opinione pubblica passasse da un irrazionale pietismo, umiliante e denigrate per la persona disabile, ad una volontà di costruire relazioni e soprattutto di dare delle rappresentazioni della disabilità più rispettose e realistiche.

Ovviamente, sottolinea Laiolo, le criticità rimangono:

"tra questi, le difficoltà nello studio e nell’inserimento lavorativo, le fatiche quotidiane legate alla mobilità (specie in una città grande e complessa come Torino), il timore che alcune conquiste sociali ottenute a fatica e dopo anni di dure battaglie possano venir messe in discussione dalla crisi economica e da una politica spesso poco attenta, malgrado gli annunci, alla reale condizione di chi è più fragile".

Questo è un problema che ha bisogno di spazio nel dibattito giornalmente e sopratutto di tanti fondi destinati all’innovazione e, come conclude Laiolo:

"Dobbiamo uscire dal nostro guscio, superare le diffidenze e lavorare insieme: tra associazioni e al fianco delle istituzioni. Noi dell’Unione Ciechi siamo pronti a dare il nostro contributo e invitiamo chi ancora non ci conosce a venirci a trovare: scoprirà un mondo fatto di limiti oggettivi, ma anche di insospettabili risorse".


Cerca nel giornale

merlo aggiornato

 

 

SPORT

Image Lunedì, 20 Gennaio 2020
Para Ice Hockey International Tournament

Gli esperti

Image Giovedì, 16 Gennaio 2020
Cani e gatti ci parlano. Ecco come capirli

SCIENZA

Image Martedì, 28 Gennaio 2020
Dal Coronavirus ad influweb

COLLEZIONISMO

Più letti

Domenica, 09 Giugno 2019
Leini, Incidente nella notte
Mercoledì, 20 Novembre 2019
Leini, i carabinieri chiudono il bar Oasi
Sabato, 27 Luglio 2019
Tromba d'aria su Borgaro e Mappano
Domenica, 09 Giugno 2019
Comunali: tutti i candidati

Video del giorno

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.