facebooktwitter

nonsolocontro2017

9516566 Visualizzazioni

coronavirus adnkronos

 

 Mappano piange la sua prima vittima

Ma migliorano i dati a livello regionale. "Ci stiamo gradatamente assestando"

Luigi Benedetto

Leciti, per quanto timidi, barlumi di ottimismo quelli che si possono vedere in questi giorni. Non solo per quanto riguarda i numeri, ma anche per le contromisure che, a vari livelli, si stanno realizzando. A partire dalle situazione ospedali.

Primo Covid Hospital Piemontese

Da quest’oggi alle 12 è operativo l’ospedale di Verduno, nel cuneese: il primo Covid Hospital piemontese. Con l’arrivo dei primi venti pazienti la nuova struttura, che la Regione Piemonte ha completato con qualche settimana d’anticipo per far fronte all’emergenza Coronavirus, ha iniziato la sua attività.

«Mettiamo l’ospedale a disposizione di tutto il Piemonte per garantire che tutti verranno curati - afferma il presidente della Regione, Alberto Cirio - Accoglierà i pazienti che, superata la fase acuta, hanno necessità di continuare ad essere assistiti».  

L’ospedale presto metterà a disposizione molti posti per i trattamenti di terapia intensiva e sub-intensiva.  

Via libera per l'ospedale alle OGR

Inoltre, è arrivato nel pomeriggio di ieri, l’assenso informale dal Governo per la realizzazione di un ospedale da 100 posti alle OGR di Torino. È atteso per le prossime ore il nulla osta formale. 

«È la migliore soluzione - afferma Cirio - per praticità e celerità di realizzazione».

Screenig sierologici nelle RSA

Nelle case di riposo, infine, sono iniziati oggi gli screening sierologici per separare chi ha necessità del tampone da chi non ha l’infezione o l’ha già superata. La Regione sta predisponendo un protocollo per dare disposizioni operative.

Ex Embraco: riconversione in fabbrica sanitaria

E se è vero che sono in arrivo possibili soluzioni per la fame di posti letto, è altrettanto vero che ci sono movimenti anche per la “fame” di respiratori e mascherine. L’ex Embraco di Riva di Chieri, infatti, potrebbe essere presto riconvertita in fabbrica di materiale sanitario per realizzare respiratori, mascherine e materiale necessario ad affrontare l’emergenza e, finalmente, ripartire dopo mesi di stallo offrendo anche un contributo prezioso al sistema Piemonte e alle strutture sanitarie che in questi giorni sono estremamente sotto stress per la lotta al Coronavirus. La proposta è già stata inviata dalla Regione al ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, e al commissario straordinario Domenico Arcuri.

«Il Piemonte e l’Italia potrebbero contare su un’importante fabbrica di materiale sanitario - afferma il governatore Cirio - ogni giorno sempre più carente, riconvertendo anche le professionalità degli attuali lavoratori Ventures che, con il loro know how, potrebbero davvero fare la differenza, tornando sul campo da protagonisti».

Valorizzazione prodotti piemontesi

L’emergenza Coronavirus è sì un’emergenza sanitaria ma anche un’emergenza economica. Uno dei settori particolarmente in crisi è quello legato all’agricoltura. Di qui la presa di posizione della Regione Piemonte.
Valorizzare i prodotti del Piemonte nei supermercati. È l’appello dell’assessore regionale all’Agricoltura Marco Protopapa alla grande distribuzione, per una maggiore valorizzazione dei prodotti delle piccole e medie aziende agricole piemontesi all’interno dei supermercati.

«A causa della chiusura dei mercati molte aziende piemontesi - spiega - non riescono più a vendere i prodotti agro-alimentari a breve scadenza e la situazione sta diventando drammatica per molti comparti. Forti criticità sono segnalate dal caprino, dall’ortofrutticolo, dai prodotti ittici di acquacoltura e dal florovivaistico». 

Prodotti di cartoleria

Sempre in abito commerciale, domenica 29 il presidente Cirio ha firmato un’ordinanza secondo la quale “fino al 3 aprile, all’interno delle attività di vendita di generi alimentari e alle altre attività commerciali non soggette a chiusura, è possibile la vendita al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio. Le cartolibrerie e gli altri esercizi commerciali, che da Dpcm devono mantenere i locali chiusi al pubblico, possono, però, proseguire la vendita dei prodotti di cancelleria per corrispondenza con consegna a domicilio, come già avvenuto fino ad oggi”.  «Abbiamo ritenuto importante venire incontro alle esigenze espresse da tante famiglie e dal mondo scolastico in un momento nel quale la didattica a distanza è uno strumento fondamentale da continuare a potenziare», spiega l’assessora al commercio Vittoria Poggio.

Bandiere a mezz'asta

Questa sera, martedì 31 marzo, tutti i Comuni d’Italia esporranno le bandiere a mezz’asta in segno di lutto e rispetto per i numerosi cittadini italiani vittime dell’epidemia da Covid-19.
Da questa sera, inoltre, Iren proietterà ogni notte sulla Mole Antonelliana il tricolore italiano, simbolo di unità, solidarietà e senso della patria. Un richiamo alla forza e alla coesione necessarie per superare quanto prima il difficile momento che sta vivendo il nostro Paese.

Bollettino dei contagi

Dal fronte della comunicazione, Regione Piemonte e CSI hanno realizzato una piattaforma digitale con dati aggiornati in tempo reale su tutti i pazienti con Coronavirus presi in carico dalle strutture sanitarie, in quarantena o isolamento, nonché sulla situazione negli ospedali, da oggi a disposizione delle forze dell’ordine, dei sindaci e degli operatori sanitari. 

Veniamo ai numeri. Secondo i dati forniti dell’Unita di crisi della Regione Piemonte, il numero di pazienti guariti, cioè risultati negativi ai due test di verifica, ammontano a 88 (13 più di ieri): 34 nella provincia di Torino. Altre 243 persone risultano essere in via di guarigione, cioè sono risultati negativi al primo test e sono in attesa del secondo.
I decessi di oggi sono 61, di cui 34 nella provincia di Torino. Un dato che porta il totale complessivo a quota 795. 
Il numero complessivo dei colpiti da contagio si attesta sulle 8.835 unità (il giorno precedente erano 8.461), di cui circa la metà (4.193) nel torinese (ieri erano 4.012). Numeri sempre imponenti, ma nei quali si possono vedere delle note incoraggianti:

«Il tasso di raddoppio dei contagi è sceso da 2,4 a 7,2 giorni. Vuol dire che gradatamente ci stiamo assestando, in quanto la curva cresce con progressione sempre minore. Un progressivo rallentamento della crescita che fa ben sperare», commenta l’assessore regionale alla Sanità Luigi Icardi.

Veniamo al territorio. A Volpiano crescono i casi di positività (da 23 a 25) ma diminuiscono le persone in isolamento (da 24 a 19). Stazionarie le denunce (ferme a 40) crescono anche le sanzioni (da 7 a 12). Numeri in crescita anche a San Benigno, sia per i casi di positività (da 3 a 4), sia per le persone in isolamento (da 7 a 8).
Stazionaria la situazione di Lombardore (un caso di positività e cinque persone in isolamento) e di Rivarossa (due casi).
Mappano piange la sua prima vittima, strappata ai suoi cari dal Covid-19: per commemorarla, e con lui tutte le altre vittime dell’epidemia, domani alle 12 le bandiere saranno a mezz’asta, e si terrà un minuto di silenzio, cui tutti sono invitati, ciascuno dalla propria abitazione, a partecipare. Ventiquattro i casi di positività sul territorio mappanese, altrettanti su quello di Borgaro. Tredici i casi positivi a Caselle, 19 le persone poste in isolamento.
La situazione più drammatica è quella che si vive a Leini: 30 i casi di contagio (sei in più rispetto a ieri), 3 le persone decedute in regime di ricovero, 46 quelle in isolamento fiduciario.

sostienicinew3


Cerca nel giornale

CLICCA SUL BANNER PER CONOSCERE TUTTI I SERVIZI

Life Mind NEW luglio2021


CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SUL BANNER

LaBaita aprile 2021


 

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com