facebooktwitter

nonsolocontro2017

7333896 Visualizzazioni

Ursula Von Der Leyen

 

 100 miliardi per la cassa integrazione

Causata dalla chiusura delle aziende per l'emergenza Coronavirus 

Fabio Farag

Un piano da 100 miliardi di euro per la cassa integrazione.

Lo ha annunciato la presidentessa della Commissione Europea Ursula Von der Leyen, dopo un colloquio telefonico col premier Conte:

“con un nuovo strumento di solidarietà, mobiliteremo 100 miliardi per mantenere le persone nei loro posti di lavoro e sostenere le imprese. Stiamo unendo le forze con gli Stati membri per salvare vite umane e proteggere i mezzi di sussistenza. Questa è solidarietà europea"

Il piano, prevede lo stanziamento di 100 miliardi di euro, garantiti da “bond a tassi bassi”, per permettere il sostegno di casse integrazioni e modalità di lavoro ad orario ridotto, da parte degli stati in difficoltà con l’emergenza Coronavirus.

“Con Sure – sostiene Von der Leyen – introduciamo il concetto di short-time work (lavoro ridotto) che permetterà alle persone di mantenere la propria occupazione, alle aziende di sopravvivere in mancanza di domanda e di ripartire con più forza quando la crisi sarà finita, le persone potranno lavorare meno, a causa della scarsa richiesta, e usare il tempo per migliorare le proprie abilità lavorative”.

20170929PHT85011 original

 

Secondo il commissario Ue agli affari economici Paolo Gentiloni, “è un passo storico, comincio ad essere ottimista sul fatto che altri ne seguiranno”

Tra tutti i piani previsti, però, non c’è solo Sure, in quanto la Commissione Europea, oltre a dare il via libera all’utilizzo dei fondi Ue non spesi, ha dichiarato di voler modificare e rafforzare il bilancio UE 2021-2027, in modo da finanziare la ripresa economica dopo la crisi.

Un cambio di rotta, quello dell’Unione Europea, espresso non solo dalle sopracitate operazioni, ma anche dalle parole della von der Leyen, che in un intervento a La Repubblica di fatto si scusa col nostro paese:

“oggi l’Europa si sta mobilitando al fianco dell’Italia, anche se purtroppo non è stato sempre così. Bisogna riconoscere che nei primi giorni della crisi, di fronte al bisogno di una risposta comune europea, in troppi hanno pensato solo ai problemi di casa propria, non si rendevano conto che possiamo sconfiggere questa pandemia solo insieme, come Unione. In questi giorni la distanza tra individui è fondamentale per la nostra sicurezza: la distanza tra nazioni europee, al contrario, mette tutti in pericolo”.

conte giuseppe

“Un passo significativo in vista di un più ampio e complessivo intervento che dovrà dare il senso di una forte, coesa e credibile risposta europea a questa sfida epocale. Auspico che queste iniziative siano ricomprese in una più ampia strategia europea, uno European Recovery and Reinvestment Plan” dichiara su Facebook il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che chiarisce la sua posizione riguardo l’utilizzo dei fondi del Mes:

“nella forma attuale è uno strumento inadeguato, snaturando le regole attuali e senza condizionalità, allora potrebbe essere uno strumento, tra gli altri, per mettere in piedi una strategia europea.

Foto: Ansa.it

sostienicinew4


Cerca nel giornale

VEDI E CLICCA SUL BANNER

Moz Autentica definitivo o Italia

 

 

 


PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA SULL'IMMAGINE 

Uscire dal silenzio giusto


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

 donazione nonsolocontro

 

 

SPORT

Gli esperti

Image Mercoledì, 24 Febbraio 2021
L'osso di pelle per cani: pericoloso e tossico

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com