facebooktwitter

nonsolocontro2017

9516494 Visualizzazioni

scarpescarpe

 

 A rischio ci sono 1800 lavoratori

La società ha richiesto la possibilità di accedere alla cassa integrazione in deroga

na.ber.

L'impegno per risolvere la crisi di Scarpe&Scarpe, la nota catena di calzature con sede a Borgaro, numerosi punti vendita sparsi sul territorio nazionale e 1800 dipendenti, di cui 427 in Piemonte (che da febbraio non ricevono lo stipendio), sarà ai massimi livelli.

A garantirlo è l’assessora regionale, Elena Chiorino, dopo la videoconferenza con il Ministero dello Sviluppo economico del tavolo di crisi per la catena di calzature. L'azienda la scorsa settimana ha, infatti,  presentato istanza di concordato preventivo al Tribunale Fallimentare di Torino denunciando un calo delle vendite di ben l'80%. Per questo la società ha richiesto di poter accedere alla cassa integrazione in deroga per effettuare la ristrutturazione.

“La Regione - aggiunge Chiorino - intende impegnarsi al massimo attivando tutti gli strumenti a disposizione per tentare di individuare ogni strada percorribile, con l’azienda e i sindacati, per non perdere questa importante realtà imprenditoriale operante e i posti di lavoro che garantisce”.

sostienicinew4


Cerca nel giornale

CLICCA SUL BANNER PER CONOSCERE TUTTI I SERVIZI

Life Mind NEW luglio2021


CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SUL BANNER

LaBaita aprile 2021


 

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com