facebooktwitter

nonsolocontro2017

9886172 Visualizzazioni

santoro erica

 

 Le difficoltà di Comuni e dirigenti scolastici

Santoro: «giusto chiudere le scuole, ma dal giorno dopo bisognava capire come riaprirle e invece siamo arrivati a fine maggio»

na.ber.

«Questo Paese deve approntare un Piano Marshall per l’istruzione e avviare un’infornata straordinaria di docenti per un anno». 

A chiederlo sono numerosi dirigenti scolastici in tutta Italia, che dal 25 maggio si ritrovano con le linee guida per riaprire le scuole a settembre, ma con la consapevolezza che con le regole dettate dal Comitato tecnico scientifico sarà tutt'altro che semplice.

E, in difficoltà sono pure i Comuni che nel giro di un paio di mesi dovranno trovare spazi che consentano il distanziamento sociale, ma anche capire come far funzionare mense scolastiche e scuolabus e come effettuare la sanificazione dei locali.

scuola

«Un atto amministrativo per funzionare deve essere efficiente ed efficace - spiega l'assessora all'Istruzione del Comune di Caselle, Erica Santoro - in realtà questo non lo è per nulla. Sindaci e i dirigenti scolastici sono stati lasciati soli con il cerino acceso in mano. Chiudere le scuole all'esordio della pandemia è stato giustissimo, ma dal giorno dopo sarebbe stato necessario cominciare a capire come riaprirle e invece abbiamo dovuto aspettare il 25 maggio per avere le linee guida ed ora ci viene richiesto in quattro e quatt'otto di risolvere tutto e per giunta con agosto in mezzo». 

Linee guida che l'amministratrice casellese sembra non condividere per nulla:

«nelle classi dove prima c'erano 22 bambini  a settembre dovranno starcene 11 e gli altri? Dovranno fare i turni? E tra un turno e l'altro si dovrà sanificare tutta la scuola? Allora le lezioni finiranno per protrarsi fino a sera? Vogliamo parlare dei disabili. Noi ne abbiamo più di 40 e questi bimbi hanno la necessità di un rapporto 1 a1 come si farà?».

bimbi scuola

Tanti sono i quesiti e ben poche le risposte.

«La ministra Azzolina ci invita ad utilizzare gli spazi esterni e quando farà freddo o nevicherà cosa faremo? Mi pare che queste linee guida le abbia scritte un team di esperti, ma certo non esperti di infanzia. La scuola è socialità e inclusione, non solo didattica. Queste regole distruggono tutto quello che è stato faticosamente costruito nella scuola pubblica. Se c'è una cosa che la pandemia ci ha insegnato è che a tagliare sulla Sanità e l'Istruzione non si va da nessuna parte".

Anche la riduzione delle ore di insegnamento si trova a cozzare contro presidi e docenti che affermano:

«i nostri bambini non avranno, così, le competenze necessarie. Entro giugno elaboreremo un piano di rientro, ma servono quattro docenti in più per sezione e un’ordinanza che richiami dalle graduatorie un contingente di supplenti da utilizzare da settembre a dicembre». 

E Santoro fa ancora un passaggio sul bando per il voucher regionale per il diritto allo studio:

«ho chieso alla Regione, più di un mese fa di riaprire il bando che scade il 10 giugno almeno fino a fine mese e qual è stata la risposta? Che hanno riaperto solo ed esclusivamente per l'aggiornamento dell'Isee. Abbiamo famiglie in ginocchio che non in grado di compilare il modulo per la richiesta e con gli uffici comunali chiusi per decreto, impossibilitati ad essere aiutati. Ma questi dove vivono sulle nuvole? Del mondo reale, delle difficoltà delle persone non sanno un bel niente».

f6cb12e89b21cfb37a5b6600447cf26f

Come se non bastasse, il nuovo sistema di riapertura delle scuole a settembre produrrà altre vittime: e non sarà il coronavirus il colpevole. Tante donne che in questi mesi si sono divise tra smart working, didattica a distanza, accudimento dei figli, organizzazione della spesa, per far fronte alle difficoltà e poter gestire i figli finiranno per non lavorare più.


Cerca nel giornale

CLICCA SUL BANNER PER CONOSCERE TUTTI I SERVIZI

Life Mind NEW luglio2021


CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SUL BANNER

LaBaita aprile 2021


 

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com