facebooktwitter

nonsolocontro2017

7687193 Visualizzazioni

YouAbroad FabianaBarcia 3

 La storia di Giorgia, Fabiana e Matteo

Ragazzi che iniziano le lezioni negli USA con la voglia di "ripartire" per costruire il proprio futuro

 

na.ber.

Dopo il  lockdown, le polemiche e le insicurezze causate dall'emergenza sanitaria è ormai ai nastri di partenza  un nuovo anno scolastico che per forza di cose sarà diverso da tutti i precedenti. Non fosse altre che per le misure igienico-sanitarie rigorose che dovranno essere messe in atto. Sarà una scuola caratterizzata dal distanziamento sociale, senza abbracci, ma con la consapevolezza che non si possa “ripartire davvero” se non si riparte dall’istruzione.

La pensano così anche i molti studenti italiani di quarta superiore che hanno deciso di non rinunciare al proprio sogno: frequentare l'anno di quarta superiore all'estero. A garantire un soggiorno studio in sicurezza YouAbroad, da oltre 10 anni punto di riferimento per i tanti ragazzi (dai 14 ai 18 anni) che scelgono di studiare in una scuola superiore estera per un trimestre, un semestre oppure un intero anno.

YouAbroad FabianaBarcia 1

Tra questi Giorgia Accornero, 17 anni, di Rivoli che frequenta all’IISS Oscar Romero di Rivoli (To) e che quest’anno fa la quarta superiore alla Perry Meridian High School di Indianapolis, Indiana, US.

Giorgia racconta:

«In realtà io vado a scuola già dal 5 di agosto, all’inizio solo a distanza ora anche in presenza. Mi trovo benissimo. I miei genitori e io ci sentiamo tranquilli e in questo ha giocato un ruolo fondamentale YouAbroad perché avere un’organizzazione di questo tipo alle spalle è una garanzia di sicurezza. Anche qui in America ci sono norme simili a quelle italiane: distanziamento, mascherine, classi con numero ridotto di studenti (a psicologia siamo in 7, ad inglese solo in 3). Inoltre, alterniamo giorni in presenza e a distanza, nei corridoi c’è una segnaletica particolare da rispettare per indirizzare gli spostamenti ma le persone sono molto tranquille, non si vive nella paura del contagio».

YoouAbroad Giorgia 2

Fabiana Barcia, è di Grugliasco , ha 17 anni, ed è iscritta al Liceo Scientifico Ettore Majorana di Torino ma dal 23 agosto va a scuola all’Orchard Farm High School, St. Charles in Missouri.

«Quando ho chiesto ai miei genitori di partire nonostante il Covid pensavano stessi scherzando, poi mi hanno sostenuta perché hanno capito quanto fosse importante per me questa esperienza. Io avevo paura più che altro di non riuscire stringere amicizie viste le norme di distanziamento, ma in realtà non ho riscontrato nessun problema. I miei genitori rimasti in Italia sono più preoccupati, ma tenete conto che sono figlia unica e lo sarebbero stati comunque, penso sia normale. Da noi sono gli studenti a scegliere se venire a scuola in persona o se seguirla online. E io ho assolutamente deciso di partecipare in persona, 5 giorni su 5. Noto che per i miei compagni americani è strano soprattutto non poter partecipare alle partite sportive, per il resto è come in Italia, posti alternati e distanziamento, ci si abitua presto».

Matteo Gangemi, torinese, invece, la scuola in Ohio deve ancora iniziarla, per gli studenti della New Albany High School la campanella suonerà il 9 settembre.

«Un po’ di preoccupazione c’è anche qui - racconta il ragazzo che a Torino è iscritto al Liceo Scientifico Internazionale Convitto Umberto I - però le notizie che arrivano in Europa sono molto generalizzate, gli Stati Uniti sono un territorio molto vasto, New Albany è una piccola cittadina. La mia famiglia ospitante ci ha tranquillizzati molto in questo senso».

Spiega Tommaso Lodolini, fondatore di YouAbroad:

«Nonostante la situazione internazionale attuale, sono sempre di più le famiglie che si rivolgono a noi per organizzare l’anno di studio all’estero dei propri figli, riconoscendo il valore inestimabile di questa esperienza, soprattutto in termini di crescita personale e accademica. La possibilità di studiare in una High School all’estero, di apprendere una nuova lingua, di crearsi un network internazionale destinato a durare per sempre, nonché lo sviluppo di competenze trasversali indispensabili per il futuro accademico e professionale, sono solo alcune delle motivazioni che, anche in tempo di Covid, spingono le famiglie ad investire sul futuro dei propri figli».

E conclude:

«A questo si somma l’etica e la professionalità che tutti in YouAbroad perseguono quotidianamente. Negli scorsi mesi, abbiamo scelto di mantenere attivi solo i programmi che garantissero una totale sicurezza, ne abbiamo cancellati la maggior parte, anche in Paesi e Stati dove gli italiani sarebbero stati ammessi. Per noi è stato un grave peso economico anche perché abbiamo scelto di rimborsare tutte le famiglie degli studenti il cui programma è stato annullato, integralmente, senza imporre voucher, ma l’abbiamo fatto nella consapevolezza che fosse la scelta corretta verso tutte le persone che avevano scelto YouAbroad senza indugi. Da sempre, in questo momento così difficile più che mai, le priorità per YouAbroad restano il benessere degli studenti e la gestione impeccabile del programma all’estero, un sogno che ogni anno, da anni, diventa un progetto di vita per molti studenti ambiziosi».

 


Cerca nel giornale

CLICCA SUL BANNER PER CONOSCERE TUTTI I SERVIZI

lifeMind cartolina mappano

 

 

CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SUL BANNER

LaBaita aprile 2021


 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA SULL'IMMAGINE 

Uscire dal silenzio giusto


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

 donazione nonsolocontro

 

 

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com