facebooktwitter

nonsolocontro2017

7343938 Visualizzazioni

scuola4

In viaggio tra gli istituti della provincia

A Borgaro, Caselle, Leinì, Mappano, Volpiano e Rivarossa la solita immancabile confusione da primo giorno di scuola

Mariaelena Spezzano

In una calda mattina di metà settembre a Caselle come ogni anno piazza Boschiassi è stato il luogo di ritrovo dei bambini della scuola primaria “Carlo Collodi”, che in compagnia dei loro genitori hanno atteso di varcare la soglia già nota ad alcuni, ancora sconosciuta ad altri. Trattandosi di un spazio molto ampio e ben separato dalla strada, è stato possibile rispettare le distanze di sicurezza.

È risaputo che costituendo il centro della città, la piazza è abbracciata da stradine piuttosto trafficate sin dalle prime ore del mattino, per cui la presenza del vigile è fondamentale per regolare l’affluenza del traffico proveniente da via Carlo Cravero e da via Torino, mentre una transenna posta su via Martiri della Libertà appena prima della chiesa di Santa Maria ha impedito l’entrata dei mezzi.

scuola6

Alla Primaria “Gianni Rodari” di viale  Bona, genitori e bambini pur essendo dotati di mascherina, in attesa del cenno delle maestre hanno generato due assembramenti veri e propri in prossimità dei due ingressi predisposti per l’accesso alla struttura dei figli.

Mostrando un foglio su cui era indicata la classe, le insegnanti hanno invitato gli alunni a raggrupparsi e hanno ritirato l’autocertificazione di ognuno, guidando i bambini all’interno della scuola e solo dopo averli ordinatamente sistemati, uscivano ripetendo il procedimento fino all’ingresso degli ultimi del secondo turno previsto dalle 9. Stando alla segnalazione dei vigili, alle 8:55 era ancora in corso l’entrata del primo.

In merito alle classi sdoppiate, le mamme hanno affermato che come si sono adattati ad una serie di situazioni ed in assenza di alternative, i bambini si adatteranno anche a questa nuova organizzazione.

scuola18

Anche in viale Bona, l'attenzione e la professionalità dei vigili hanno garantito ordine e controllo della viabilità automobilistica e del passaggio dei pedoni che sarebbero tuttavia messi maggiormente in sicurezza chiudendo il tratto stradale antistante la struttura nelle fasce orarie di entrata e di uscita dei bambini.

La situazione a Leinì non ha presentato particolarità: alla scuola media "Casalegno" sono stati utilizzati ingressi diversi dove possibile, mentre per quanto riguarda le scuole materne gli accessi sono stati scaglionati e le maestre si sono occupate del recupero dei bambini.

Invece, gli ingressi alla scuola materna “San Michele Arcangelo” di Mappano non sono stati contingentati grazie all’orario di entrata dalle 8:30 alle 9:05 già esistente che ha sempre permesso di evitare la creazione di coda. I genitori non hanno potuto accompagnare all’interno della struttura i bambini che in seguito alla misurazione della temperatura da parte delle maestre hanno proseguito in autonomia.

scuola11

Relativamente alla scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di Mappano, “Giovanni Falcone”, oggi è stato il primo giorno di scuola delle classi quarte e quinte. Dopo la rilevazione della temperatura da parte degli operatori ai cancelli, in pochissimi minuti gli alunni si sono distanziati misurando il metro col braccio disteso e sono saliti in fila indiana. Hanno posato gli indumenti nel corridoio e sono entrati in classe. Alle 9:50 c’è stato l’intervallo, per cui sono usciti scaglionati dall’aula per andare in bagno, sono scesi in cortile che era stato appositamente suddiviso, per permettere loro di fare 20 minuti di pausa e merenda. Dopo oggi, gli studenti delle classi segneranno la temperatura sul diario. La giornata di domani sarà il primo giorno di scuola per le classi seconde e terze per i quali, oltre a mantenere la stessa gestione, sarà misurata la temperatura tutte le mattine, poiché non hanno il diario su cui i genitori possono annotarla.

Tutto ranquillo e nel rispetto delle regole anche all'Istituto comprensivo di Borgaro e Volpiano e alla Primaria i Rivarossa

Insomma, nulla di diverso dalla solita immancabile confusione da primo giorno di scuola.

Hanno collaborato Simona Destino, Davide Aimonetto, Luigi Benedetto, Letizia Taschetta

">


Cerca nel giornale

VEDI E CLICCA SUL BANNER

Moz Autentica definitivo o Italia

 

 

 


PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA SULL'IMMAGINE 

Uscire dal silenzio giusto


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

 donazione nonsolocontro

 

 

SPORT

Gli esperti

Image Mercoledì, 24 Febbraio 2021
L'osso di pelle per cani: pericoloso e tossico

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com