facebooktwitter

nonsolocontro2017

7051946 Visualizzazioni

coronavirus ansa

 Il governo dice "no" ad un nuovo lockdown

 Tra le nuove disposizioni, lo stop alla movida dalle 22

Mariaelena Spezzano

Tra mercoledì e giovedì, 8.804 contagi da Coronavirus, 83 decessi, il doppio a distanza di un giorno, e 47 posti occupati in più in terapia intensiva.

La Lombardia (+2067), il Piemonte (+1033), e la Campania (1127) sono le tre regioni con la situazione più grave in Italia. Si tratta di una situazione in cui l’unico dato positivo, se così si può definire, dei 326 ricoveri in più tra mercoledì e giovedì non emerge più di tanto.

È inutile negare che quelli appena riportati sono numeri che spaventano, ma che devono essere controllati. Crescono i numeri ed aumentano preoccupazione e tensione al governo, dove il premier Giuseppe Conte  e il ministro alla Salute, Roberto Speranza, ritengono più ragionevole la chiusura anticipata di bar, ristoranti e altri pubblici esercizi alle 21 o alle 22 ad un altro lockdown, e intendono «aspettare due o tre settimane», sottolinea Conte, «per capire gli effetti delle misure attuali, dalla mascherina all’aperto al limite di sei ospiti a casa».

Insomma, in un modo o nell’altro questa curva si deve piegare, e se il virus ci ha dato un po’ di tregua quando abbiamo rispettato le regole e i divieti, perché non continuare a farlo adesso che ci viene chiesto di attenerci ad una serie di raccomandazioni assolutamente accettabili e moderate? Non allontaniamoci dall’obiettivo comune, far sparire dalla faccia della terra il Covid, e dalla soluzione più drastica che esista, un altro lockdown, ma impegniamoci accogliendo le parole consigliate da Conte:

«Rispettiamo le nuove disposizioni, seguiamo le raccomandazioni, facciamo del bene al nostro Paese».

Ciò che ognuno di noi dovrebbe pensare è che in questo momento più non rispettiamo le regole, più è difficile che questa epidemia passi, più è alta la possibilità che le scuole chiudano: mettiamoci in testa che Covi non guarda in faccia nessuno, ma proprio nessuno.

Non permettiamo che i bambini continuino a non andare a scuola.


Cerca nel giornale

VEDI E CLICCA SUL BANNER

Moz Autentica Italia

 

 

 


PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA SULL'IMMAGINE 

Uscire dal silenzio giusto


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

 donazione nonsolocontro

 

 

SPORT

Gli esperti

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com