facebooktwitter

nonsolocontro2017

7364524 Visualizzazioni

 

conte giuseppe

«Dobbiamo impegnarci, la situazione è critica»

 

Coprifuoco alle 21 nelle zone della movida, vietate le tavolate nei ristoranti e alle Superiori forme flessibili della didattica

Sono entrate in vigore oggi, lunedì 19 ottobre le nuove regole e restrizioni previste nell'ultimo DPCM. Un parto non facile per il governo diviso tra due fuorchi: la necessità di norme rigorose per piegare il contagio (via via pi consistente) e l'esigenze del mondo economico ià in difficoltà dopo il primo lockdown.

Ma vediamo le novità più consistenti cui tutti siamo tenuti ad attenerci

♦ Coprifuoco alle 21 per le aree destinate alla movida dove normalmente si verificano assembramenti. Resta possibile in queste zone l’accesso e il deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private.

♦ No a sagre e fiere di paese, sì solo a manifestazioni fieristiche a carattere nazionale o internazionale previa adozione di protocolli validati dal Comitato tecnico scientifico e con misure stringenti in grado di garantire il rispetto del distanziamento di un metro

L'ingresso in sale giochi, sale scommesse e sale bingo sono consentite dalle 8 alle 21, a condizione che le Regioni e le Province Autonome abbiano preventivamente accertato la compatibilità dello svolgimento di queste attività con l’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori e che abbiano individuato i protocolli o le linee guida per prevenire o ridurre il rischio di contagio 

♦ Le università, sentito il Comitato Universitario Regionale di riferimento, predispongono, in base all'andamento del quadro epidemiologico, piani di organizzazione della didattica e delle attività curriculari in presenza e a distanza in funzione delle esigenze formative tenendo conto dell'evoluzione del quadro pandemico territoriale e delle corrispondenti esigenze di sicurezza sanitaria

Le scuole Superiori - istituti  licei - possono adottare forme flessibili nell'organizzazione dell'attività didattica, incrementando il ricorso alla didattica digitale integrata, che rimane complementare alla didattica in presenza. Dal 21 ottobre entra in vigore la norma dell'ingresso a scuola non prima delle 9. Possono anche essere utilizzati turni pomeridiani per le lezioni in presenza

L’attività didattica ed educativa del primo ciclo di istruzione e della scuola d’infanzia continua a svolgersi in presenza

Le cene in ristorante sono consentite ma solo fino a mezzanotte e senza lunghe tavolate. Il nuovo DPCM prevede che le attività di ristorazione - bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie - siano permesse dalle 5 del mattino sino alle 24 con consumo al tavolo, e un massimo di sei persone per tavolo, e fino alle 18 in assenza di consumo al tavolo. Il ristorante deve esporre all’ingresso del locale un cartello con il numero massimo delle persone ammesse contemporaneamente nel locale. Consentita anche la ristorazione con asporto fino alle  24,  ma con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze come pure la consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto. Aperti anche gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro. Continua anche il servizio di mense e catering continuativo su base contrattuale, purchè  garantiscano la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, nel rispetto dei principi e delle linee guida contenute nei protocolli di sicurezza anti Covid e nelle linee guida regionali e nazionali.

 Sospesi convegni e congressi a meno che non si svolgano con la modalità a distanza

Le cerimonie pubbliche sono permesse ma devono svolgersi nel rispetto di protocolli e linee guida vigenti, a patto che siano state prese misure per limitare la presenza del pubblico.

Vanno tenute a distanza anche le riunioni della Pubblica Amministrazione, a meno che sussistano motivate ragioni per la presenza fisica. Le riunioni degli organi collegiali delle scuole di ogni ordine e grado possono essere svolte in presenza o a distanza in base alla possibilità di garantire il distanziamento fisico. Fortemente sconsigliate in presenza anche le riunioni private

Sono consentiti gli sport individuali e di squadra riconosciuti a livello nazionale o regionale dal Coni, dal Comitato paralimpico e dalle Federazioni sportive nazionali. In questi casi è consentita la presenza di pubblico del 15% rispetto alla capienza massima e comunque non oltre i mille spettatori per manifestazioni sportive all’aperto e 200 al chiuso. A patto però che sia prevista la prenotazione e l’assegnazione del posto a sedere, con adeguato ricambio dell’aria, con distanziamento di almeno un metro sia frontalmente che lateralmente. Obbligo di misurazione della temperatura all’ingresso e di indossare la mascherina. Regioni e province autonome potranno fissare, d’intesa con il ministero della Salute, limiti diversi in base alla capienza, purchè entro il 15% della capienza. L'attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l'attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto sono consentite solo in forma individuale. Sono sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto di carattere ludico-amatoriale. Palestre e piscine per ora rimangono aperte  patto che si allineino ai protocolli anti covid.

♦ Sono consentiti i corsi abilitanti e le prove teoriche e pratiche effettuate alla motorizzazione civile e nelle autoscuole, i corsi per l’accesso alla professine di trasportatore su strada di merci e viaggiatori e i corsi sul buon funzionamento del tachigrafo, nonchè i corsi di formazione e abilitanti o comunque autorizzati o finanziati dal ministero delle Infrastrutture. In presenza di un aggravamento della situazione epidemiologica, per contenere la diffusione dell'infezione da Covid-19, sentito il presidente della regione o delle Regioni interessate, con decreto del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti è disposta la temporanea sospensione delle prove pratiche di guida da espletarsi nel territorio regionale. Proroga dei termini del foglio “rosa” per i candidati che non hanno potuto sostenere le prove. Questa normativa entra in vigore il 21 ottobre

«Siamo consapevoli dei sacrifici economici degli imprenditori che risentiranno di queste misure ha detto il premier Giuseppe Conte, durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo DPCM -. Il governo si impegna a ristorarli. Siamo più vulnerabili quando incontriamo parenti e amici, occorre massima precauzione. Dovremo attendere un po’ di giorni per vedere i risultati di queste disposizioni. Prestiamo e continueremo a prestare massima attenzione alle persone con disabilità. Siamo consapevoli delle loro difficoltà. Dobbiamo impegnarci, la situazione è critica. Il governo c’è ma ognuno deve fare la propria parte».


Cerca nel giornale

VEDI E CLICCA SUL BANNER

Moz Autentica definitivo o Italia

 

 

 


PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA SULL'IMMAGINE 

Uscire dal silenzio giusto


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

 donazione nonsolocontro

 

 

Gli esperti

Image Mercoledì, 03 Marzo 2021
Ipertiroidismo felino: diagnosi e terapia

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com