facebooktwitter

nonsolocontro2017

6488359 Visualizzazioni

contagio infortunio

 Cosa rischia il datore di lavoro?

 Migliorano i numeri dei contagiati tra gli operatori sanitari

na.ber.

Il contagio da covid 19 sul posto di lavoro è da considerare alla stregua dell'infortunio. A precisarlo è l'Inail, l'Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro, che spiega anche come le norme vigenti non escludano la responsabilità penale del datore di lavoro per i reati di lesioni o di omicidio colposo, nel caso di decesso.

I casi mortali per contagio al 22 ottobre scorso sono pari ad un terzo del totale dei decessi avvenuti sul luogo di lavoro. La fascia d’età più colpita è quella tra i 50 e i 64 anni degli uomini con un’età media di 59 anni. L’età di abbassa a 47 se si prende in considerazione il totale delle infezioni.

La Lombardia si conferma la regione più colpita e, tra le province, in testa resta Milano davanti a Torino, Brescia e Bergamo.

La buona notizia arriva dalle professioni sanitarie. I contagi, rispetto ai primi tempi della pandemia, sono in calo grazie a maggiori protezioni per medici e infermieri.

 


Cerca nel giornale

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

 donazione nonsolocontro

 

 

SPORT

Gli esperti

COLLEZIONISMO

Image Sabato, 28 Novembre 2020
Pronta la nuova traduzione del Messale

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com