facebooktwitter

nonsolocontro2017

9829211 Visualizzazioni

Coronavirus tamponi 4 2

 La situazione è a rischio lockdown

 Il governo sta valutando nuove restrizioni e limitazioni per scongiurare il lockdown nazionale

na.ber.

Ecco, ci risiamo. Gli oltre 30mila casi di contagio da Covid 19 a fronte di 215.085 tamponi, 13.633 in più rispetto a quelli processati nella giornata precedente. stanno portando il governo ad approvare nuove limitazioni e restrizioni. 

L'ultimo aggiornamento sull'indice Rt  (ormai a 1,7) effettuato dall'Istituto Superiore di Sanità non fa presagire nulla di buono:  5 Regioni sono, infatti già nello scenario 4, il più critico, mentre per altre 11 regioni il rischio è considerato alto. Anche se i dati sono relativi al periodo 19 al 25 ottobre, che quindi non risentono ancora delle misure restrittive messe in atto con il DPCM del 24 ottobre.

Le Regioni nello scenario 4 sono Calabria (Rt 1,66); Emilia Romagna (Rt 1,66); Lombardia (Rt 2,09); Piemonte (Rt 2,16);  la Provincia di Bolzano (Rt 1,96); cui si aggiungono a richio elevato o moderato: Abruzzo (Rt 1.4); Basilicata (Rt 1.04); Campania (Rt 1.49); Friuli Venezia Giulia (Rt 1.5); Lazio  (Rt 1.51);  Liguria (Rt 1.54); Marche (Rt 1.48);  Molise (Rt 1.86); PA Trento (Rt 1.5);  Puglia (Rt 1.65); Sardegna (Rt 1.12); Sicilia (Rt 1.42); Toscana (Rt 1.41); Umbria (Rt 1.67);  Valle d’Aosta (Rt1.89); Veneto (1.46).

In base ai dati in questioni, l’Italia in linea generale è ancora nello scenario 3, ma in evoluzione verso lo scenario 4.

Per evitarlo e quindi non finire nuovamente in un lockdown generale quste sono le raccomandazioni che arrivano dal CTS:

«È necessaria una drastica riduzione delle interazioni fisiche tra le persone in modo da alleggerire la pressione sui servizi sanitari. È fondamentale che la popolazione eviti tutte le occasioni di contatto con persone al di fuori del proprio nucleo abitativo che non siano strettamente necessarie e di rimanere a casa il più possibile».

Alla luce di questi dati sembra difficile immaginare che il governo aspetti la scadenza del DPCM in vigore per intervenire. Le nuove limitazioni potrebbero arrivare già nei prossimi giorni se non addirittura nelle prossime ore, secondo alcune indiscrezioni. Con ogni probabilità si arriverà ad una nuova stretta a livello nazionale, ma gli interventi più significativi, come i lockdown, saranno a livello locale, regionale se non addirittura provinciale o comunale. Interventi chirurgici mirati per le zone a rischio.

Resta di risolvere la questione legata alla scuola. Ieri sera, 30 ottobre, c'è stato un confronto di governo per la chiusura delle scuole e  sul tavolo della maggioranza è arrivata anche  la proposta di procedere con la didattica a distanza anche per le Medie, oltre che per le Superiori. Proposta che non piace per nulla, tuttavia, alla titolare del dicastero all'Istruzione, Lucia Azolina.


Cerca nel giornale

CLICCA SUL BANNER PER CONOSCERE TUTTI I SERVIZI

Life Mind NEW luglio2021


CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SUL BANNER

LaBaita aprile 2021


 

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com