facebooktwitter

nonsolocontro2017

7667791 Visualizzazioni

 

Trenitalia frecce

 Mentre Italo ferma la maggior parte dei treni

 Calo della domanda di oltre il 90% e la maggior parte del personale in cassa integrazione

na.ber.

L'emergenza sanitaria sta mettendo in ginocchio il trasporto pubblico

Italo da «martedì 10 novembre sospende la maggior parte dei servizi giornalieri - spiega la società in una nota - del suo network, a causa della riduzione della domanda di oltre il 90% sul trasporto lunga percorrenza in tutta la nazione e della introduzione delle limitazioni riguardanti la mobilità interregionale da e per territori strategici della propria offerta».

La società è, infatti, fortemente colpita dalle misure restrittive disposte dal governo e la situazione non ha fatto che peggiorare con la nuova stretta contenuta nel DPCM del 3 novembre.

«La situazione che si sta verificando per il trasporto Alta Velocità  - prosegue la nota - è identica a quella a quella che si è realizzata durante il lockdown di primavera, quando si registrò un crollo della domanda del 99% con gravi ripercussioni sull’intero settore. Italo manterrà 2 soli servizi giornalieri sulla direttrice Roma-Venezia e 6 servizi giornalieri sulla direttrice Napoli-Milano-Torino e applicherà la cassa integrazione al proprio personale».

italo treno

E, dopo Italo, ad annunciare un drastico cambio di strategia è anche Trenitalia che il 5 novembre in audizione alla Commissione Trasport della Camera ha illustrato la sua situazione: circa 1,5 miliardi di euro di perdite di fatturato.

Intanto dal 4 novembre Trenitalia ha già sospeso 28 collegamenti, pari a 190 frecce al giorno in circolazione, il 67% dell'offerta pre-covid; mentre a revisto di sopprimere da domani, lunedì 9 novembre, altre 50 corse (140 frecce al giorno in circolazione)  pari al 50% dell'offerta pre-covid, mentre dal 14 sta valutando di arrivare a 78 Frecce al giorno in circolazione, pari a un'offerta del 28-30% rispetto al periodo pre-covid.

«Il calo della domanda – Spiega l'Ad Orazio Iacono – ci costringe a rivedere la nostra offerta, pur mantenendo i collegamenti essenziali per la mobilità del Paese. A ottobre 2020 avevamo un calo della domanda pari al 65% rispetto al 2019, nei primi giorni di novembre la riduzione è dell’80%. In virtù di questi numeri abbiamo deciso di tagliare 28 collegamenti, che equivale ad avere in circolazione ad oggi 190 Frecce». 

Rimane, invece, al momento invariata l'offerta regionale e Intercity perchè la decisione spetta ai committenti, mentre ai viaggiatori che avevano prenotato verranno proposte alternative di viaggio, precedenti o successive, o il rimborso integrale del costo del biglietto.



 

 

Cerca nel giornale

CLICCA SUL BANNER PER CONOSCERE TUTTI I SERVIZI

lifeMind cartolina mappano

 

 

CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SUL BANNER

LaBaita aprile 2021


 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA SULL'IMMAGINE 

Uscire dal silenzio giusto


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

 donazione nonsolocontro

 

 

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com