facebooktwitter

nonsolocontro2017

10273314 Visualizzazioni

Break the silence

 Approvato all'unanimità dal Consiglio regionale

Andrea Cane: «Ringrazio ancora una volta le ragazze volontarie di Break The Silence per il lavoro mediatico svolto»

na.ber.

Violenza di genere, discriminazione e sorprusi domestici sono stati più volte protagonisti nelle discussioni del Consiglio regionale, in particolare in questo periodo di pandemia con le donne costrette a vivere spesso 24 ore su 24 con i loro aguzzini. A questo proposito è stato anche approvato all'unanimità un ordine del giorno proposto dal consigliere della Lega, Andrea Cane,

«Ho fortemente voluto la votazione di questo ordine del giorno – commenta  – perché su questi temi non si può più aspettare, quanto occorre dare pieno appoggio istituzionale ad associazioni, fondazioni e canali social che danno voce e aiuto alle vittime di soprusi e violenze. La quarantena e le misure restrittive sono essenziali per combattere il Covid-19, ma abbiamo visto come la convivenza forzata con partner violenti abbiano esponenzialmente fatto crescere le violenze domestiche, come testimoniato dalle pagine dei giornali».

E aggiunge:

«Donne, soggetti deboli e bambini con queste misure restrittive non hanno la possibilità di essere protetti. Chi viveva prima della pandemia in situazioni borderline ora vive il pericolo della convivenza forzata. La pandemia ha avuto ripercussioni negative non solo in ambito sanitario e lavorativo, ma costituisce anche una causa scatenante per l’impennata dei casi di violenza domestica. Su temi come questi non esistono le partigianerie, il gioco dei ruoli, la maggioranza e la minoranza. I tragici fatti accaduti nelle ultime settimane hanno ulteriormente portato alla ribalta violenze a prima vista minori, ma che culminano anche in crimini tragici. Per queste ragioni ringrazio ancora una volta le ragazze volontarie di Break The Silence che, con un’ottima operazione mediatica, nella scorsa estate sono riuscite partendo proprio a Torino ad evidenziare in modo utile e proattivo la necessità di “rompere il silenzio” e dare voce a tutti coloro che vogliono raccontare le loro esperienze di violenze subite”.


Cerca nel giornale

CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SUL BANNER

LaBaita aprile 2021


 

 

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com