facebooktwitter

nonsolocontro2017

7670449 Visualizzazioni

casa di riposo

 Tasso medio di occupazione ridotto al 70% 

Se la Regione non delibererà i ristori con la fine del blocco dei licenziamenti il 20% del personale rischierà il posto di lavoro

lu.be./na.ber.

Momento difficile, molto difficile, per le case di riposo. I problemi con cui devono fare i conti sono molti: innanzitutto il 26 per cento dei posti autorizzati, compresi quelli convenzionati, è ancora vuoto. Inoltre i ristori approvati dal Consiglio regionale il 20 gennaio scorso non sono ancora stati erogati. E molto probabilmente non lo saranno ancora prima di un paio di settimane, dal momento che mancano ancora le determine e i trasferimenti alle Asl. Da ultimo, i 40 milioni di euro approvati sono un importo decisamente inferiore al risparmio accumulato dalla Regione nel 2020 per mancati inserimenti in convenzione.

«Insomma, il sistema è allo stremo e moltissime Rsa rischiano di chiudere - commenta allarmata la consigliera Monica Canalis - Non solo la Giunta Cirio, a distanza di un anno dall’inizio della pandemia, non ha ancora erogato un solo euro di ristoro alle Rsa, ma tiene anche nascosti i dati sul risparmio accumulato nel 2020 e sul numero effettivo di posti vuoti. Il file che veniva inviato all’Osservatorio regionale sulle Rsa, infatti, dopo la denuncia del Pd sugli 8mila posto vuoti non viene più invito. Ci sono 30mila persone in lista d’attesa: possibile che non se ne trovino 8mila per riempire i posti vuoti? La Giunta Cirio prima non ha protetto adeguatamente le Rsa piemontesi, e ora le lascia chiudere».

Michele Colaci, presidente di API Sanità spiega:

«Per  i rimborsi relativi ai Dpi avevamo ottenuto nello scorso novembre una delibera della Giunta regionale che prevedeva parziali rimborsi alle strutture per le sopraggiunte spese sostenute in ragione dell'emergenza Covid-19. La Regione, evidentemente per ampliare la platea dei beneficiari e delle spese rimborsabili, ha deciso di annullarla, proponendo un disegno di legge. Il risultato è che ancora oggi tutto è bloccato nelle secche legislative e negli uffici regionali. Ormai, anche per la Regione è il dato certo è che nell'ultimo anno, e soprattutto negli ultimi tre mesi, gli ingressi nelle RSA in convenzione hanno registrato un notevole rallentamento. Ad oggi emerge un dato molto preoccupante: il tasso medio di occupazione è ridotto al 70%».

Una prospettiva allarmante.

«Se la Regione non provvederà in tempi rapidi a ripristinare gli accessi in convenzione - prosegue - e se non delibererà i rimborsi, con la fine del blocco dei licenziamenti, circa il 20% del nostro personale rischierà il posto di lavoro. Abbiamo apprezzato la volontà espressa dall'assessore Icardi di creare un fondo unico, da utilizzare esclusivamente per le RSA, ma le buone intenzioni devono essere seguite dai fatti e le rassicurazioni ci fanno ben sperare».

Colaci si riferisce all'incontro con l’assessore Icardi di qualche giorno fa: 

«E' stata un’interlocuzione positiva con possibili risvolti operativi già nei prossimi giorni. Icardi ha dato la sua disponibilità e impegno affinché le questioni più volte sollecitate in queste settimane dalla nostra Associazione, possano essere deliberate dalla Giunta regionale entro qualche giorno».


Cerca nel giornale

CLICCA SUL BANNER PER CONOSCERE TUTTI I SERVIZI

lifeMind cartolina mappano

 

 

CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SUL BANNER

LaBaita aprile 2021


 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA SULL'IMMAGINE 

Uscire dal silenzio giusto


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

 donazione nonsolocontro

 

 

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com