facebooktwitter

nonsolocontro2017

9217262 Visualizzazioni

parco salute 2

 L'area sarà bonificata e completamente riqualificata

Entro un mese il via ai lavori di bonifica

 Quattrocento milioni di investimento per dare a Torino una nuova struttura all'avanguardia

na.ber.

Si concretizza a piccoli passi il progetto regionale del Parco della Salute. Con il voto favorevole del Consiglio regionale piemontese, nei giorni scorsi è stato sancito il passaggio di proprietà dalla Regione all’Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute dell’area ex Avio-Oval dove sorgerà il futuro Parco della Salute.

Il via ai lavori di bonifica è previsto entro un mese, come spiegato in aula dall’assessore alla Sanità Luigi Icardi.

andrea cane Andrea Cane, vicepresidente della commissione Sanità

«Oggi abbiamo finalmente reso operativo – afferma Andrea Cane, vicepresidente della commissione Sanità e relatore del disegno di legge – il primo step verso la realizzazione di questa infrastruttura strategica, non solo per Torino ma per tutto il Piemonte. Grazie al voto favorevole, ultimo capitolo di un iter normativo e procedurale complesso e articolato, possiamo affrontare la bonifica del sito. Nel testo che ho illustrato ai colleghi si prevede una sorta di permuta tra le aree ex Avio e Oval Lingotto che ospiteranno il Parco della Salute e la porzione del museo regionale di Scienze Naturali di via Giolitti 36: il passaggio di proprietà delle prime sarà verso l’Azienda ospedaliera della Città della Salute mentre il secondo riguarderà invece la Regione. I valori di mercato valutati delle aree sono di 35 milioni e 350 mila euro per l'ex Avio-Oval, mentre l’edificio che ospita il museo di Scienze Naturali, al netto dei vari investimenti già fatti sull’immobile dalla Regione, è di quasi 41 milioni euro».

Un investimento di oltre 400 milioni per dare a Torino una nuova struttura sanitaria all'avanguardia internazionale e per riqualificare una vasta area della città composta da quattro poli funzionali, connessi tra loro e destinati a:

  • sostituire gli ospedali che attualmente compongono la Città della Salute e della Scienza
  • ospitare la ricerca clinica, pre-clinica e traslazionale
  • offrire una sede alle attività di didattica (corsi di laurea in medicina e nelle professioni sanitarie)
  • accogliere il personale

Un paternariato pubblico-privato che ha suscitato forte interesse da parte di investitori finanziari e banche internazionali, studi di ingegneria civile e architettura, general contractor, gruppi immobiliari, operatori tecnologici del settore medicale e dell’impiantistica.

Il progetto prevede l'accorpamento di attività e strutture ad elevata complessità attualmente presenti nei presidi dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute di Torino: Molinette, Sant’Anna, Regina Margherita e CTO.

Credits: www.regione.piemonte.it 

banner endrio 2021

 

Cerca nel giornale

CLICCA SUL BANNER PER CONOSCERE TUTTI I SERVIZI

Life Mind NEW luglio2021


CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

Mappano traslochi


VEDI E CLICCA SUL BANNER

LaBaita aprile 2021


 PER MAGGIORI INFORMAZIONI CLICCA SULL'IMMAGINE 

Uscire dal silenzio giusto

 

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Illustri Sconosciuti

 

prova

There is no gallery selected or the gallery was deleted.

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com