facebooktwitter

nonsolocontro2017

9516665 Visualizzazioni

torino incendio porta nuova 1

 Molte delle persone sfollate sono state ospitate da familiari, amici o in hotel

Bruciati circa 3000 metri quadri di superficie 

Dove possibile, ieri sono iniziate le operazioni di recupero di alcuni effetti personali

Federica Carla Crovella

Cosa possiamo dire 48 ore dopo l’incendio in piazza Carlo Felice? La priorità era spegnere il fuoco più velocemente possibile e il lavoro dei vigili non si è più fermato, né durante la notte successiva all’incendio né nella giornata di ieri. Stando a quanto ha spiegato il Comandante provinciale Agatino Carrolo le fiamme hanno interessato 3000 metri quadri circa di superficie e hanno devastato tutte le mansarde.

I danni causati dal rogo non sono da poco e non si potevano escludere a priori dei crolli, che fortunatamente, però, sembra che non siano più un rischio. L’attenzione, soprattutto all’altezza degli appartamenti del quarto piano, è rimasta alta, perché in alcuni appartamenti alcuni focolai ieri erano ancora attivi, ma sono stati spenti.

torino incendio porta nuova

 

La procura di Torino ha aperto un fascicolo di indagine: il fabbro, che si ipotizzava stesse lavorando all’interno del palazzo quando tutto ha preso fuoco, ora è indagato per incendio colposo. Durante l’interrogatorio ha confermato che ad appiccare il fuoco sarebbero state le scintille, cadendo nell’intercapedine coibentata del muro, prodotte dalla saldatrice che stava usando. Agli inquirenti avrebbe spiegato di non sapere che nell'intercapedine ci fosse un materiale coibentante infiammabile.

Molte delle persone sfollate sono state ospitate a dormire in casa di amici o in hotel: sono state messe a disposizione venti camere in albergo dalla ditta che si occupa dei lavori dello stabile e le strutture dell’housing di Corso Vercelli dalla Città di Torino. Per loro resta la grande preoccupazione e la totale incertezza sul futuro, a breve e a lungo termine.

La situazione di alcuni alloggi è piuttosto critica e ieri sono iniziate le operazioni di recupero di alcuni effetti personali, dove possibile, ma è stato necessario procedere con la massima attenzione. Poi c’è chi non può nemmeno accedere ai locali, perché i piani alti sono stati distrutti, e non sa qualcosa si salverà.

Le linee dei bus che erano state deviate sono tornate alla normalità: 4, 6, 9 11, 33, 52, 61, 64 e 68

 


Cerca nel giornale

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com