facebooktwitter

nonsolocontro2017

5760578 Visualizzazioni

ferrari

 

Il marchio alla Ares Design

La decisione al termine di una lunga battaglia legale

Luigi Benedetto

Non è proprio un momento indimenticabile per la Ferrari. Che, se da un lato esulta per aver portato a casa il certificato per la parità salariale, dall'altro deve fare i conti sia con i risultati non troppo esaltanti in Formula Uno, sia con l'aver perso i diritti sull'auto più ricercata dai collezionisti di tutto il mondo, la Ferrari 250 Gto del 1962, a vantaggio di un'altra realtà modenese: la Ares Design.

Una vicenda nata due anni fa. Era il 2018, infatti, quando la Ares aveva annunciato di voler mettere le mani su quel modello, per reinterpretarlo e renderlo più affine al 2020. Scelta che la Ferrari non aveva condiviso. E per mettere un freno a quell'intento altro non era rimasto che ricorrere alle vie legali. Una battaglia a colpi di carte bollate che si è conclusa da pochi giorni, e che ha visto la Ares trionfare in virtù di una clausola secondo la quale se un marchio non viene più usato per un periodo di almeno cinque anni, lo si perde. E sulla base di questa clausola, l'Ufficio di Protezione Intellettuale dell'Unione Europea dato ragione alla casa fondata nel 2014, e torto al “Cavallino Rampante”.

Una perdita non da poco, perché la Ferrari 250 Gto del 1962 (guidata da Phil Hill nella Targa Florio del 1962, e di proprietà, per qualche anno, di Nick Mason, batterista dei Pink Floyd) vanta alcuni primati, come per esempio essere stata l'auto più costosa mai battuta all'asta (nel 2014, con un valore di 38 milioni di euro) e nel 2018, quando la sua valutazione era passata a 48 milioni, essere stato l'oggetto più caro venduto nel corso dell'anno.


Cerca nel giornale

SPORT

Gli esperti

Image Martedì, 22 Settembre 2020
Displasia del gomito nel cane

SCIENZA

Image Martedì, 15 Settembre 2020
Mario, e Luigi, compiono 35 anni

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com