facebooktwitter

nonsolocontro2017

5298199 Visualizzazioni

ecobonus2

 

Come richiederlo, da quando e quanto spetta

E' previsto dal Decreto Rilancio approvato dal Governo

na.ber.

Per venire incontro alle esigenze del settore automobilistico, colpito dall'emergenza sanitaria, il Governo con il Decreto Rilancio ha stabilito un ecobonus per chi acquisterà una vettura euro 6, diesel o benzina, un’auto elettrica o ibrida, e anche a chi rottama il proprio veicolo.

Ecco come funziona il bonus, come e quando si può chiedere e tutti le categorie di veicoli coinvolti.

ecobonus3

L’incentivo sarà applicato immediatamente, sia per le persone fisiche che per quelle giuridiche, quando si decide di acquistare un nuovo veicolo di fabbrica, euro 6 diesel o benzina, elettrico o ibrido, di categoria M1 - si tratta della categoria adibita al trasporto di persone, deve inoltre avere almeno 4 ruote e al massimo 8 posti per i passeggeri, quindi 9 posti contando anche quello del guidatore. Va da sé quindi che sono esclusi tutti i veicoli della categoria N, ovvero quelli per il trasporto della merce - e che non superi le emissioni di 110g/Km di CO2. L’ecobonus varia, ovviamente, a seconda del livello di emissioni del veicolo e aumenta se si rottama una vettura immatricolata prima del 1 gennaio 2010, o anche se al momento della rottamazione nel periodo sopra indicato in cui vale l’incentivo statale 2020 superi i 10 anni di immatricolazione.

Il bonus per l’acquisto di auto euro 6, in questo caso benzina o diesel, e per la rottamazione di un veicolo con anzianità superiore a 10 anni è di 3500 euro. Cifra che si dimezza se non c’è una rottamazione. Inoltre il costo della nuova auto che si intende acquistare non può essere superiore ai 40mila euro. L’incentivo è così suddiviso: 1.500 euro saranno erogati dallo Stato mentre i restanti 2mila euro saranno a carico del concessionario.

ecobonus1

Ecobonus auto elettriche 2020

Gli incentivi statali 2020 per auto elettriche, invece, sono ancora maggiori rispetto agli euro 6, perché green i cui consumi non portano inquinamento. Per questa categoria di vetture l’ecobonus arriva fino a 10mila euro. Anche in questo caso, però, il tetto massimo di spesa per l’acquisto di un nuovo veicolo è vincolante, e non può superare i 61mila euro.

Ecobonus 2020 per auto ibride

Per le auto ibride vale la stessa cosa: il tetto massimo di spesa non superabile è di 61mila euro. Per questa categoria l’incentivo può arrivare fino a un massimo di 6.500 euro. Anche qui va contata la rottamazione di un vecchio veicolo di età superiore ai 10 anni. Per tutti i casi, e in particolare per le nuove vetture con emissioni da 0 a 60 g/Km, l’incentivo è comulabile con l’ecobonus previsto nella Legge di Bilancio del 2019 (Legge n. 145/2018, art. 1, comma 1031), cioè gli ecobonus 2019, però a determinate condizioni.

ecobonus decreto rilancio

Incentivi statali 2020 per moto

L’ecobonus vale anche per le moto, che siano anche elettriche o ibride. In questo caso l’incentivo massimo è di 4mila euro, ma scende a 3mila se non si rottama un vecchio motociclo di almeno 10 anni dal momento dell’immatricolazione.

Ecotassa per auto ad alte emissioni

Il Governo inoltre, per scoraggiare l’acquisto di vetture ad alte emissioni e di conseguenza più inquinanti, aveva già introdotto l’ecotassa. Nello specifico questa vale se si acquista un’auto nel periodo che va dal 1° marzo 2019 al 31 dicembre 2020, periodo che comprende anche quello dell’ecobonus 2020.

Come usufruirne?

Il veicolo per fruire dell’ecobonus 2020 deve essere nuovo e deve venir comprato unicamente in Italia dal primo marzo 2019 al 31 dicembre 2021. Per ottenere l’ecobonus 2020 si può procedere all’acquisto con rottamazione o senza.

Nel caso di acquisto effettuato con rottamazione, la vettura che dovrà essere rottamata deve, secondo il portale istituzionale, essere intestata da minimo dodici mesi al soggetto cui sarà intestata la nuova auto oppure un suo parente convivente. Il veicolo da rottamare inoltre deve avere la stessa categoria del nuovo che si andrà ad acquistare. Entro quindici giorni dalla consegna della nuova vettura, il venditore per obbligo di legge deve portare a far demolire il veicolo da rottamare, oltre a occuparsi di inoltrare la domanda della radiazione allo Sportello telematico dell’automobilista.

Nel caso invece l’acquisto del nuovo veicolo avvenisse senza rottamazione di una vettura precedentemente in proprio possesso, bisognerà semplicemente indicare nel documento d’acquisto lo sconto previsto.

 


Cerca nel giornale

SPORT

Gli esperti

Image Giovedì, 30 Luglio 2020
I gatti da Guinness dei Primati

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com