facebooktwitter

nonsolocontro2017

10273391 Visualizzazioni

                                        rinite

  Utili mascherina, igiene e distanziamento 

Può essere causata da un'infezione virale, batterica, ma anche da un'anomalia anatomica e da una allergia

Stefano Dinatale

Confusa spesso con l’influenza, la rinite è in realtà un'affezione infiammatoria della mucosa nasale che può essere dovuta ad una infezione virale o batterica, ad una anomalia anatomica o ad una allergia.

Il sintomo classico è rappresentato dalla rinorrea, cioè una ipersecrezione della mucosa nasale infiammata che spesso si manifesta anche con starnuti, sensazione di “naso chiuso”, alterazione dell’olfatto (che quindi non è necessariamente associata ad una infezione da Sars CoV-2) talvolta febbre, mal di testa, prurito, “gola secca” e lacrimazione.

Si può prevenire?

Si, ma è necessario capire quale sia la causa scatenante.

Una rinite primaverile ci fa orientare verso una forma allergica e pertanto in tal caso è utile indagare quale sia la causa e, se possibile, eliminarla. Se invece ci troviamo di fonte ad una rinite insorta nel periodo invernale, è possibile che la causa sia infettiva.

Rinite 1

 

Il miglior modo per prevenire una rinite infettiva lo abbiamo imparato bene tutti, o quasi, in questi mesi - da quando infatti indossiamo la mascherina, manteniamo il distanziamento ed igienizziamo spesso le mani - i casi di rinite infettiva sono drasticamente ridotti.

Il miglior modo per prevenire la rinite su base influenzale è il vaccino, ed anche qui quest’anno le persone che hanno deciso di sottoporsi alla dose vaccinale sono aumentare notevolmente.

Anche il COVID è una causa possibile di rinite ed anche qui la miglior prevenzione, oltre a distanziamento, mascherina ed igiene, è il vaccino, appena si potrà.

Infine la causa anatomica: queste devono essere valutate da uno specialista otorino-laringoiatra che vaglierà, tra le varie opzioni, anche quella chirurgica, ad esempio nel caso di ipertrofia dei turbinati o deviazione del setto nasale.

Ultima notizia: ad oggi non esiste un farmaco che sia in grado di prevenire in modo statisticamente significativo tale infiammazione nasale, quindi è meglio evitare l’auto-somministrazione, ma rivolgersi sempre al proprio medico di famiglia.


Cerca nel giornale

NSC Pubblicità Benessere e Salute

banner farmacia

 

 


 

 


Nonsolocontroxmille 1

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com