facebooktwitter

nonsolocontro2017

10273732 Visualizzazioni

prenotazione vaccinazione anti covid19 farmacia

Il problema principale da superare sono gli spazi

Per le preadesioni alla piattaforma regionale i farmacisti sono ancora in attesa di disposizioni

na.ber.

La Regione Piemonte ha coinvolto Comuni, Province, Città metropolitana di Torino, comunità montane e farmacie per supportare nella campagna di vaccinazione contro il Covid i cittadini tra 60 e 79 anni che non si sono ancora iscritti e i soggetti fragili dai 16 ai 59 anni.

Alle amministrazioni e ai farmacisti è stato anche chiesto di esporre un'apposita locandina che renda nota la partecipazione a questa iniziativa. Federfarma Piemonte e Assofarm hanno immediatamente recepito la richiesta per andare incontro alle esigenze dei cittadini, soprattutto quelli delle fasce più fragili, e sono a disposizione per aiutare nella fase di preadesione.

Non solo aiuto alla preadesione, ma anche vaccinazione in farmacia

Come si svolgeranno le somministrazioni in farmacia? Attraverso percorsi differenziati, preferibilmente "in apposita area esterna", a congrui intervalli tra un appuntamento e l'altro,  con la presenza di un addetto al primo soccorso, mascherine Ffp2 obbligatorie per i farmacisti e per i pazienti.

Anzitutto, i farmacisti per effettuare l'inoculazione sono stati formati specificamente, attraverso un corso obbligatorio dell'Istituto Superiore di Sanità.

Il vaccino si somministrerà "seguendo percorsi in apposita area esterna, pertinenziale alla farmacia", oppure, se compatibili con le misure di sicurezza, "anche in area interna, purché sia separata dagli spazi destinati all'accoglienza dell'utenza e allo svolgimento delle attività ordinarie", un'area che deve essere sempre "opportunamente arieggiata". È comunque possibile la sommministrazione anche a farmacia chiusa. 

L'inoculazione può avvenire solo dopo la compilazione del consenso informato del paziente. Le dosi saranno distribuite alle farmacie dalle Asl  e «verranno eseguite, da parte delle farmacie, secondo i programmi di individuazione della popolazione target previamente definiti dalle autorità sanitarie competenti e seguendo i correlati criteri di priorità». Esclusi i "soggetti ad estrema vulnerabilità" o con precedenti di gravi reazioni allergiche o anafilattiche. 

Dopo il vaccino, il farmacista deve assicurare la permanenza e il monitoraggio del soggetto vaccinato per 15 minuti dopo l'inoculazione. Il paziente che si reca in farmacia non deve aver avuto negli ultimi 14 giorni contatti con malati Covid, e ovviamente non deve avere la febbre sopra 37,5.

vaccino anti coronavirus 1

Il problema della catena del freddo

Inoltre visto che le farmacie non possono mantenere la catena del freddo, gli unici vaccini possibili da inoculare sono solo il Johnson&Johnson (per ora bloccato) e l’AstraZeneca (che molti rifiutano).

 


Cerca nel giornale

NSC Pubblicità Benessere e Salute

banner farmacia

 

 


 

 


Nonsolocontroxmille 1

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com