facebooktwitter

nonsolocontro2017

9829279 Visualizzazioni

«

vacanze folla

 

L'appello dei virologi preoccupati per la varante Delta

 Necessario ridurre i tempi di somministrazione tra la prima e la seconda dose

na.ber.

I virologi sono preoccupati e non lo nascondono. Al punto tale da lanciare un appello accorato in cui chiedono agli italiani di andare in vacanza solo dopo aver ricevuto la seconda dose di vaccino anti Covid 19.

A preoccupare particolarmente gli esperti è la variante Delta (in Piemonte sono già 8 i casi identificati) il cui contagio si trasmette più velocemente rispetto alle altre varianti e chi ha ricevuto una sola dose di vaccino rischia di infettarsi ed ammalarsi. Tant'è che Sidney, in Australia, dove sono stati registrati 80 casi, è tornata in lockdown per due settimane.

Serve un cambio di passo nella campagna vaccinale

Alla luce di quanto sta accadendo i virologi chiedono al Governo un cambio di passo nella campagna vaccinaleavvicinare quanto più possibile la somministrazione della seconda dose del vaccino e di dare la priorità agli over 50 e ai soggetti a rischio non ancora vaccinati. 

«Quando il Regno Unito ha deciso di estendere l’intervallo di tempo tra la prima e la seconda dose dei vaccini a mRNA ho dichiarato la mia preoccupazione, spiegando che generare immunità parziale nella popolazione durante una pandemia favorisce la circolazione di varianti resistenti agli anticorpi. È questo quello che sta accadendo con la variante Delta» spiega sulla sua pagina Facebook l'immunologa dell'Università di Padova, Antonella Viola che aggiunge «Il virus è non solo più trasmissibile ma anche meno sensibile agli anticorpi. Per questo motivo, come ora indicato nel sito ECDC, chi ha ricevuto una sola dose, può non solo infettarsi ma anche ammalarsi. Ecco quindi ora la corsa a fare i richiami in fretta: meglio coprire bene le persone con più di 50 anni piuttosto che vaccinare i ragazzi. Anche questo avrebbe dovuto essere ovvio da subito».

vaccine 5895477 960 720

E' necessario fare il richiamo e non rimandare dopo le vacanze

 

Il messaggio  che viene lanciato è chiaro: bisogna vaccinarsi tutti perché nessuno godrà del l’immunità di gregge «bisogna fare il richiamo senza rimandare a dopo le vacanze - conclude - finché non si è completamente vaccinati (10 giorni dalla seconda dose), bisogna continuare a usare mascherine e distanziamento. Solo dopo il ciclo completo di vaccinazione possiamo sentirci al sicuro».

Variante Delta: massima attenzione in Italia

In Italia, intanto, si continua a monitorare la situazione con la massima attenzione, perchè i dati stanno dimostrando che la variante Delta oltre ad esser più contagiosa resiste anche alla protezione degli anticorpi iniettati con una sola dose di vaccino, a prescindere da quello ricevuto.

In questa fase è necessario rafforzare l’attività di monitoraggio per rintracciare ed isolare i casi ed evitare una rapida diffusione della variante. E, proprio per far fronte a questa nuova incipiente emergenza non si esclude l'istituzione di zone rosse locali, laddove dovessero verificarsi focolai, mentre il ministro della Salute, Roberto Speranza ha già confermato che probabilmente ci sarà bisogno della terza dose per uscire definitivamente dall'emergenza pandemica.

Credits: www.pixabay.com

 

Nonsolocontroxmille 1 

 

 


Cerca nel giornale

NSC Pubblicità Benessere e Salute

banner farmacia

 

 


 

 


Nonsolocontroxmille 1

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com