facebooktwitter

nonsolocontro2017

10273171 Visualizzazioni

rimedi naturali pancia gonfia 1 640x427

Tutti i consigli dell'esperto per risolvere un problema che affligge tante persone

 Serve costanza e tanta determinazione

Gonfiori, tensione e borbottii intestinali interessano tante persone, in ogni fascia d'età

Paolo Maria Salzotto

Coching Nutrizionale

salzotto

Per liberarti del gonfiore intestinale bisogna intervenire sulle cause, variando l’alimentazione e conoscendo i rimedi giusti. ⁣Pancia gonfia, tensione e borbottii intestinali interessano tante persone, in ogni fascia d'età. ⁣Se, come spesso avviene, non c'è una malattia significativa all'origine, ottenere un ventre piatto e senza fastidi intestinali sono obiettivi raggiungibili con modifiche dello stile di vita.⁣⁣
Per ridurre il gas addominale (meteorismo) serve determinazione e costanza, agendo sulle cause, facendo attenzione a tavola e, quando è il caso, usando soluzioni naturali ma efficaci.⁣
Obiettivo pancia piatta: cosa eliminare⁣
▪ Gomme da masticare, sigarette e pasti veloci⁣
Le deglutizioni frequenti che il consumo di chewing-gum favorisce portano a ingerire e accumulare aria nel tratto digerente. Fumare, bere con la cannuccia, parlare durante i pasti e mangiare frettolosamente danno luogo a conseguenze analoghe.⁣⁣
Masticare a lungo e con calma il cibo è la regola primaria per agevolare la digestione ed evitare la pancia gonfia. ⁣
⁣⁣
▪ Acqua gassata e bevande industriali⁣
L'anidride carbonica contenuta nell'acqua frizzante e in soft drink come cola, aranciata e simili provoca o peggiora la dilatazione addominale.⁣ Non serve rinunciare a bere ai pasti: i succhi gastrici sono composti in gran parte di acqua oltre che di enzimi. ⁣Per contenere la pancia gonfia, la scelta più semplice è di preferire l'acqua naturale e rinunciare alle bevande gasate. Bere a piccoli sorsi è un'altra accortezza.⁣
⁣⁣
▪ Cibi ricchi di Fodmap⁣
I FODMAP (Fermentable Oligosaccharides Disaccharides Monosaccharides and Polyols, ovvero oligosaccaridi, disaccaridi, monosaccaridi e polioli fermentabili) sono piccoli carboidrati presenti in molti alimenti. ⁣⁣
In persone predisposte queste molecole fermentare nell’intestinale, provocando sintomi quali il gonfiore addominale, ma anche dolori viscerali e alterazioni della motilità intestinale (stitichezza, diarrea) e cioè il quadro clinico della sindrome dell'intestino irritabile. ⁣⁣
In questi casi, la soluzione è eliminare gli alimenti ricchi di FODMAP per un certo periodo, per poi tornare gradualmente a introdurli di nuovo nella dieta (fase di reinserimento) e quindi a consumarli nel modo più possibile normale (fase di mantenimento) ma ciò va fatto nell’arco di mesi⁣. 
L'aspetto critico è che tali cibi non sono numerosi (elevate quantità di FODMAP sono presenti in molte varietà di verdura, frutta, cereali e prodotti realizzati con le loro farine, latticini, legumi, frutta a guscio) e la loro eliminazione rappresenta pertanto un intervento delicato e per cui il fai da te è sconsigliabile. ⁣⁣
Impostare da soli una dieta a basso contenuto di FODMAP (dieta low FODMAP) non solo non è un'operazione semplice e con frequenti insuccessi, mancanza degli attesi benefici digestivi ma rischia di incorrere in regimi nutrizionali monotoni, poveri, non bilanciati e carenti di nutrienti e micronutrienti vitali.⁣⁣
Insomma una dieta di eliminazione dei Fodmap, anche se molto utile per risolvere i problemi intestinali è quasi impossibile da proporre senza affiancare un test evoluto delle infiammazioni da cibo (erroneamente conosciuto come intolleranze alimentari)⁣
⁣⁣
▪ Dolcificanti artificiali⁣
A proposito di FODMAP, lo sono la maggior parte dei sostituti dello zucchero: fruttosio, mannitolo, xilitolo, sorbitolo, eritritolo e altri edulcoranti possono causare fermentazione ad opera della flora batterica intestinale. Si intensificano così il meteorismo e ulteriori fastidi digestivi.⁣⁣
Eliminare queste sostanze dalla dieta è facile e aiuterà non solo a riconquistare un girovita più sottile, ma persino a dimagrire in altri punti critici, dal momento che anche i dolcificanti alternativi allo zucchero fanno ingrassare. ⁣
▪ Porzioni di cibo troppo abbondante⁣
⁣A volte i problemi intestinali sono dovuti a un'aumentata sensibilità intestinale, più che all'eccessiva presenza di gas. ⁣In questi casi si ottiene sollievo frazionando l'introito calorico giornaliero in 5-6 piccoli pasti, caratterizzati da porzioni meno generose rispetto a quelle che di norma si riserverebbero a colazione, pranzo e cena. Con molta attenzione alle quantità!⁣
⁣⁣
Intolleranze alimentari o infiammazioni da cibo⁣
Le intolleranze alimentari sono una delle cause principali e meno verificate di pancia gonfia. ⁣Anche chi non soffre di celiachia (intolleranza permanente al glutine) né è intollerante al lattosio può avere effetti indesiderati in seguito all'ingestione di certi cibi. ⁣
E' il campo delle food sensitivity, sensibilità alimentari che danno molti sintomi, tra cui, innanzitutto, proprio il gas.⁣ Dovrebbe sorgere il dubbio dell'esistenza di un'ipersensibilità a determinati cibi (che diventa una vera infiammazione con il passare del tempo) quando il gonfiore addominale persiste da tempo, non ci sia una patologia specifica e siano stati corretti i comportamenti alimentari erronei.⁣
Benché sia un approccio non convenzionale, l'esecuzione di un apposito test per le sensibilità alimentari che evidenzi una o più positività ed una dieta personalizzata offre in genere risultati rapidi e definitivi nel gonfiore addominale. ⁣⁣
Come gestire gli alimenti che causano gonfiore⁣
E' comune avvertire un peggioramento della pancia gonfia dopo aver mangiato cibi ricchi di carboidrati indigeribili e fermentabili appartenenti al gruppo dei FODMAP, come i legumi e alcune verdure, quali broccoli, cavoli, cavolfiori e altri ortaggi della famiglia delle brassicacee. ⁣
Questi suggerimenti riducono il pericolo di gonfiore e ti consentono di usare con serenità questi alimenti.⁣
Lascia in ammollo i legumi secchi come minimo 12 ore (a parte i piselli), quindi risciacquali e cucinali a lungo e insieme a un pezzettino di alga kombu, che ne migliora la digeribilità (dopo la cottura puoi eliminarla, perché ricca di iodio).⁣
Rimuovi con un mestolo la schiuma che si forma nell'acqua di cottura dei legumi: contiene le sostanze che possono determinare o acuire fastidi intestinali.⁣
Cuoci brevemente anche i legumi in scatola ed in vetro, che per ragioni estetiche vengono sottoposti dalle aziende produttrici solo a cotture troppo rapide.⁣
Consuma quantità di legumi inizialmente ridotte (solo un cucchiaio per volta) e via via aumentabili.⁣
Aggiungi semi di cumino, anice, finocchio e coriandolo alle ricette di legumi e brassicacee. Grazie alle loro proprietà antigas, questi aromi ostacolano la formazione di gas in eccesso nel tratto digerente e ne facilitano l'espulsione.⁣
• Assumere enzimi digestivi prima dei pasti. Tra i più utili per chi soffre di gonfiore addominale ci sono le galattosidasi e l'amilasi, in vendita sotto forma di capsule, in genere in combinazioni con altri enzimi digestivi.⁣
⁣I rimedi naturali contro la pancia gonfia⁣
Determinati presidi non farmacologici meritano di essere tenuti in considerazione all'interno di un completo trattamento nutrizionale del meteorismo e del gonfiore addominale.⁣
▪ Idratazione ⁣⁣
Insisto spesso sulla quantità minima di 1,5 litri di acqua al giorno, più un paio di bicchieri ai pasti. Diciamo che servono a “lavare” l’intestino oltre che a dare la corretta idratazione all’organismo⁣
⁣⁣
▪ Probiotici e Prebiotici⁣
⁣L’uso di fermenti lattici consente di riequilibrare la flora batterica intestinale e risolvere le situazioni di disbiosi, alla base del gonfiore addominale soprattutto in chi soffre di sindrome dell'intestino irritabile o colite.⁣ Si possono considerare anche trattamenti ciclici a base di batteri buoni, ricordando che tra quelli più efficaci ci sono particolari specie e ceppi di lattobacilli e bifidobatteri. ⁣Altrettanto importanti i prebiotici ossia le sostanze che consentono ai fermenti di impiantarsi e crescere nell’intestino: in primo la Glutammina e l’Inulina, quindi le fibre alimentari della dieta (verdura e frutta)⁣
⁣⁣
▪ Lassativi non irritanti⁣
⁣Spesso la pancia gonfia è una conseguenza della stitichezza la si può combattere ricorrendo anche a rimedi naturali che facilitano l'evacuazione senza essere troppo aggressivi, come malva, psillio, magnesio e lattosio, tenendo tuttavia presente che anche la stitichezza può essere legata a ipersensibilità alimentari.⁣
 
 
banner farmacia
⁣⁣
⁣⁣
⁣⁣
⁣⁣
⁣⁣
⁣⁣
 
 

Cerca nel giornale

NSC Pubblicità Benessere e Salute

banner farmacia

 

 


 

 


Nonsolocontroxmille 1

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com