facebooktwitter

nonsolocontro2017

9829252 Visualizzazioni

 

dose booster covid


 Vaccino anti-covid: il medico fa chiarezza

E' una dose di "richiamo" dopo il completamento del ciclo vaccinale primario

Stefano Dinatale

Medico di Famiglia

Stefano Dinatale

Vaccino anticovid: cosa vuol dire dose booster? Dovrò fare una mezza dose o una dose intera?

È una delle domande più frequenti di questi giorni ed in effetti l’utilizzo di un termine anglosassone non aiuta nella comprensione. Da medico di famiglia, senza alcuna ambizione di sostituirmi ai virologi o agli scienziati, provo a fare un po’ di chiarezza.

“Booster” è un termine inglese che ha un significato molto preciso, registrato dall’Oxford English Dictionary:  si tratta di una dose di vaccino che accresce e rinnova gli effetti di una somministrazione precedente. In italiano la letteratura medica usa la parola “richiamo”, sicuramente di più facile comprensione per noi.

La dose booster è quindi una dose di richiamo dopo il completamento del ciclo vaccinale primario, a distanza di un determinato intervallo temporale, somministrata al fine di mantenere nel tempo o ripristinare un adeguato livello di risposta immunitaria, in particolare in popolazioni connotate da un alto rischio, per condizioni di fragilità che si associano allo sviluppo di malattia grave, o addirittura fatale, o per esposizione professionale.

Va tenuto presente che la dose di richiamo o booster del vaccino di Moderna, lo “Spikevax” è pari a 50 microgrammi, esattamente la metà della dose standard prevista nel ciclo vaccinale di base. Gli studi che hanno evidenziato l'incremento di anticorpi neutralizzanti dopo il richiamo sono stati infatti condotti col dosaggio dimezzato, risultato più che sufficiente per “risvegliare” il sistema immunitario e spingerlo a produrre immunoglobuline neutralizzanti contro il Sars CoV 2.

In precedenza l'EMA ha autorizzato il richiamo/booster con il vaccino “Comirnaty” di Pfizer-BioNTech, anch'esso a RNA messaggero come lo Spikevax di Moderna. A differenza di quest'ultimo non sono state però previste riduzioni di dosaggio, anche perché la dose standard del Comirnaty è di 30 microgrammi, contro i 100 microgrammi dello Spikevax.

 

banner farmacia

 


Cerca nel giornale

NSC Pubblicità Benessere e Salute

banner farmacia

 

 


 

 


Nonsolocontroxmille 1

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com