facebooktwitter

nonsolocontro2017

6973293 Visualizzazioni

iphone film cattivi

 E' la clausola imposta da Apple 

A svelare questa curiosa mania, il regista di "Cena con delitto" Rian Johnson

Giulia Odetti

Forse non ci avete mai fatto caso, ma i cattivi, ladri, truffatori e assassini nei film e nelle serie Tv non sono mai inquadrati con un iPhone in mano

Motivo? Semplicemente Apple lo vieta. L'azienda di Cupertino, che come tutti ben sappiamo, non lascia nulla al caso, infatti, vuole che l'immagine del suo prodotto sia associato esclusivamente  a personaggi positivi. Mai ad antagonisti.

Così quando nella scena c’è un personaggio negativo i registi sono costretti a dargli uno smartphone android o un cellulare vecchio stile. Non esiste, ovviamente, una legge che va in questa direzione, ma quando Produzione e Apple stringono l’accordo di product placement, Cupertino impone sempre questa clausola.

Fate attenzione la prossima volta che guardate un film e vi accorgerete di quanto vi stiamo raccontando.

A svelare questa, chiamiamola mania, di Apple, è stato il regista Rian Johnson che nel 2019 ha diretto "Cena con delitto" e che sta preparando il sequel:

«In questo modo - ha detto in un'intervista a Vanity Fair - per lo spettatore attento capire fin da subito chi è l'assassino o il cattivo di turno, senza lasciare più spazio all'immaginazione e alla suspense, è un gioco da ragazzi».

Da ora in poi, insomma, in ogni thriller sapremo fin da subito che l’assassino non sarà mai quello con l’iPhone.

Grazie mille Rian Johnson per il mega spoiler!


Cerca nel giornale

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com