facebooktwitter

nonsolocontro2017

2136819 Visualizzazioni

art nouveau 2

Inaugurata questa mattina la mostra Art Nouveau

Duecento opere provenienti dagli Arwas Archives, da Arte Nova e da collezioni private

"Erano giovani, radicali, aggressivi e dotati di grande talento. Erano gli artisti dell'Art Nouveau, uno stile nuovo e moderno che esplose in Europa alla fine dell'800 e coinvolse ogni ramo delle arti visive".

Ha spiegato questa mattina, nella suggestiva cornice della chiesa di Sant'Uberto, alla presentazione della mostra, la prima del 2019 alla Reggia di Venaria, la curatrice Katy Spurrell.

"Era  un'epoca di sconvolgimenti, ma la decorazione - ha proseguito - continuava ad essere copiata da quella in voga nei secoli precedenti anche se i tempi erano cambiati. Art Nouveau propone uno stile moderno e urbano".

Musica, pittura, arredamento, architettura con rimandi alla natura, alle piante e alla donna - una donna disinibita, emancipata - cominciano dalla fine dell'800 a fare la loro comparsa. 

"Un approccio inedito all'arte -ha commentato Paola Zini, presidente del Consorzio Residenze Reali Sabaude - che fu presentato proprio a Torino nel 1902 durante la storica Esposizione di Arte Decorativa Moderna, dando il vi allo stile Liberty in tutta Italia. Anzi, si può ben affermare che Torino oltre che città barocca, può essere tranquillamente definita capitale italiana del Liberty".

art nouveau 1

Emile Gallé, Daum Frère, Alphonse Mucha,Louis Majorelle, René Lalique, Eugène Grasset, Henri de Toulose Lautrec, Eugène Gallard sono solo alcuni degli artisti in mostra con più di 200 opere provenienti dagl Arwas Archives, dalla fondazione Arte Nova e da molte collezioni private, a raccontare quel periodo artistico di rottura con il passato, con le regole accademiche, l'eccletismo e lo storicismo ottocentesco.

Grazie ad un innovativo allestimento nella mostra vengono anche riproposti ambienti parigini di inizio '900 per illustrare la vita quotidiana.

KwagXDkg

L'esposzione è divisa in cinque sezioni: Più natura, più artificio; La donna moderna; Simbolismo; Uno stile per tutti; dall'Art Nouveau al Liberty italiano.

La mostra, ospitata nella Sala dei Paggi, ha il patrocinio di Torino, è organizzata dal Consorzio delle Residenze Reali Sabaude con Arthemisia ed è sostenuta da Generali Italia attraverso Valore Cultura, Ricola, Sky Arte e Arthemisia Boks.

RfRbwBIk

L'esposizione sarà visitabile fino  fino al 26 gennaio 2020 con i seguenti orari:

fino al 28 giugno da martedì a venerdì dalle 9 alle 17; sabato, domenica e festivi dalle 9 alle 19,30.

Dal 29 giugno al 24 agosto, martedì/mercoledì/giovedì dalle 10 alle 17; venerdì/sabato dalle 10 alle 19; domenica/festivi dalle 10 alle 19,30.

Dal 25 agosto al 13 ottobre da martedì a venerdì dalle 10 alle 18; sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19,30

Dal 14 ottobre da martedì a venerdì dalle 9 alle 17; sabato, domenica e festivi dalle 9 alle 19,30.

Aperture straordinarie:

Domenica 21 aprile (Pasqua) dalle 9 alle 19,30

Lunedì 22 aprile (Pasquetta) dalle 9 alle 19,30

Giovedì 25 aprile dalle 9 alle 19,30

Venerdì 1 Maggio (festa dei lavoratori) dalle 9 alle 19,30

Domenica 2 giugno (Festa della Repubblica) dalle 9 alle 19,30

Biglietti: intero 14 euro; ridotto 12 euro; ragazzi dai 6 ai 20 e universitari under 26 8 euro; scuole 4 euro.

Informazioni http://www.lavenaria.it/it

 

 

 


Cerca nel giornale

pubblicita

SPORT

Gli esperti

Image Martedì, 06 Agosto 2019
Il guinzaglio, questo sconosciuto

SCIENZA

Image Sabato, 10 Agosto 2019
San Lorenzo: la notte dei desideri

COLLEZIONISMO

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.