facebooktwitter

nonsolocontro2017

2181662 Visualizzazioni

festival pirandello1

 

   Al via la XIII edizione Festival Pirandello e del '900

Tanti gli argomenti che saranno trattati: dal ruolo della donna, allo sbarco sulla luna

Al via il XIII Festival nazionale Luigi Pirandello e del 900.

Con il patrocinio della Città Metropolitana  e grazie alla partecipazione di Associazione Tedecà, Fondazione Piemonte dal vivo, Circolo dei Lettori, Circolo della Stampa e Polo del 900 si è svolto oggi, giovedì 6 giugno, la conferenza stampa della XIII edizione del Festival Nazionale Luigi Pirandello intitolato quest’anno “Loving Pirandello: dalla Terra allo spazio”.

Un festival che abbraccia non solo temi tra loro diversi ma anche luoghi tra di loro lontani: dal Circolo dei Lettori - storica sede del festival Pirandello spostatosi poi al Polo del 900 -, la periferia urbana di piazza della Repubblica arrivando fino a Coazze, luogo in cui lo stesso Pirandello ha soggiornato all’inizio del secolo scorso.

Quattro sono i temi cardine di questo ormai decennale avvenimento che hanno l’obiettivo di unire tramite un “fil rouge”, come detto dallo stesso direttore artistico Giulio Graglia, la letteratura e il teatro pirandelliano con la modernità, guardando ad essa mediante gli anniversari che in questo 2019 ricorrono: da Woostock allo sbarco sulla luna, passando per i vent'anni dalla morte di Fabrizio de Andrè.

Primo argomento presentato è quello del ruolo della donna all’interno della società a cui, tra l’altro è dedicato il secondo incontro del ciclo l’11 giugno presso la stessa Via del Carmine, 

«la questione delle donne non è solo una questione di genere ma riguarda uno sviluppo generale che può portare beneficio all’economia e alla società»

ha detto Anna Maria Poggi, rappresentate della compagnia di San Paolo, storico sostenitore del progetto, proprio di questo che si occupa “Femminilità diffusa” incontro presieduto da Sabrina Gonzato, che ripropone il progetto già presentato ai ragazzi dell’istituto Sommelier.

L’esperienza ha l’obiettivo di analizzare la sovraesposizione della donna nei mass media contemporanei analizzando il fenomeno da più punti di vista: artistico, medico, legale e psicologico.

Sulla stessa scia si pone anche lo spettacolo teatrale “Io, Marta” scritto da Pirandello ripercorre la liaison d’amore tra il letterato siculo e la giovane attrice Maria Abba. Interpretato da Margherita Peluso di cui, durante la conferenza, è stato proiettato un video promozione dell’evento.

Il 9 luglio si continua con Sfumature di Donna e di Scienza con Sara d’Amiano ripercorre la storia di alcune delle maggiori scienziate della storia, andando ad indagare la ragione per cui per quasi 1300 anni - ovvero dalla morte della filosofia Ipazia in poi - le donne non si siano considerata all’altezza del fare scienza commentando l’evento la protagonista ha detto

“con questo spettacolo vogliamo far riflettere su un tema importante che riguarda tutti non dimenticando tutti quegli uomini: padri, fratelli e mariti che hanno supportato queste donne”.

festivsl pirandello2


Cerca nel giornale

pubblicita

SPORT

Gli esperti

Image Martedì, 06 Agosto 2019
Il guinzaglio, questo sconosciuto

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.