facebooktwitter

nonsolocontro2017

3903351 Visualizzazioni

PrimoLevi

 

A cento anni dalla nascita dello scrittore torinese

Al Polo del '900 si "festeggia" uno dei grandi  protagonisti del Novecento

Chiara Mingrone

Oggi, giovedì 3 ottobre, alla Sala Conferenze S. Celso (via del Carmine 13 II piano) è in programma la conferenza “Primo Levi al plurale” evento voluto dal Comitato del Centenario e dal  Centro Primo Levi in collaborazione con Polo del ‘900.

All'incontro  prenderanno parte studiosi che fanno ricerca presso il medesimo Polo e per i quali lo scrittore torinese rappresenta un punto riferimento necessario e ineludibile per la propria attività. Per citarne alcuni parteciperanno  la Fondazione Nocentini, l’Unione Culturale, il Gobetti e l’Archivio Cinematografico della Resistenza. Questo perché Levi è stato un autentico protagonista del Novecento che ha analizzato e posto in prosa come in poesia non solo la sua contemporaneità ma anche le sue idee per il futuro.

Il Centenario di uno dei più illustri torinesi diventa crocevia di riflessioni riguardanti gli ambiti più diversi come il processo di formazione della memoria della guerra e dello sterminio, la crescente sensibilità al risorgere dell’antisemitismo, i cambiamenti nel mondo del lavoro in una prospettiva di lungo periodo, il dibattito sulle prime rappresentazioni cinematografiche delle persecuzioni antiebraiche.

”Sono contento che questo convegno si tenga qui, 'in casa', nel luogo in cui,- commenta Sergio Soave - insieme a tanti grandi del Novecento, lo spirito di Primo Levi continua a vivere grazie all'impegno con cui il Centro Studi Primo Levi ha saputo riportare all'attenzione dell'opinione pubblica e dei giovani quello che per noi è un Maestro, a cent'anni dalla sua nascita. La straordinarietà di questo convegno è che lo stesso impegno è stato condiviso dalle altre fondazioni del Polo del '900, che hanno partecipato a una riflessione comune dimostrando di non chiudersi dentro le specifiche finalità delle proprie ricerche, ma di saper contribuire con punti di vista, per così dire esterni, a una rappresentazione plurale della profondità del messaggio di Levi. In questo modo continuano ad aprirsi nuove prospettive di studio e di conoscenza su uno dei più grandi protagonisti della letteratura e della cultura del nostro Paese” e il direttore Direttore del Centro Internazionale di Studi Primo Levi Fabio Levi ha aggiunto:”“È un fatto senz’altro importante che il Polo del ‘900 nel suo insieme e nelle sue diverse componenti si impegni in un lavoro di ricerca su nodi cruciali che vanno ben oltre la storia specifica di Torino e investono questioni di grande interesse per l’oggi. E questo a partire dall’esperienza e dalle riflessioni di uno dei figli più illustri della nostra città”.

L’evento avrà luogo a partire da questa mattina alle 9 con i saluti dei due presidenti che daranno il via alla discussione divisa in due differenti sessioni. La prima (9-13) che vede la partecipazione, per esempio, di  Domenico Scarpa "Con involontarie interruzioni",  "La Torino di Primo Levi" (ore 9,30-10,30) o Claudio Vercelli "Ad incerta identità", "Primo Levi e l’antisemitismo".

Nel pomeriggio sono degni di nota gli interventi di Simone Ghelli "Sulla ricezione di Primo Levi nel mondo cattolico" e Susanna Murali "Dialogo fra Levi e Vasari sul sopravvivere e il testimoniare" (dalle 14 alle 16).


Cerca nel giornale

    Vedi e clicca qui: LUDOOFFICINA

raccontami storia

SPORT

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.