facebooktwitter

nonsolocontro2017

2777453 Visualizzazioni

a collection mostra

 

Undici affascinanti arazzi in mostra

Un progetto innovativo dove la tecnologia e creatività intrecciano l'attenzione per l'ambiente

na.ber.

Avreste mai potuto immaginare che semplici bottigliette di plastica, quelle dell'acqua e che inquinano mari e fiumi, potessero trasformarsi in preziosi filati? E di più che potessero essere utilizzati per creare splendidi arazzi, vere e proprie opere d'arte?

Ebbene, la mostra A-Collection in programma fino al 15 dicembre, toglie ogni dubbio in proposito. 

a collection telaio

Torino è la prima tappa di questo grande progetto capace di intrecciare la ricerca contemporanea di giovani, ma affermati artisti del panorama italiano alla visione creativa delle nuove tecniche di tessitura.

In esposizione 11 affascinanti grandi arazzi contemporanei, realizzati con straordinari filati ottenuti dalla lavorazione della plastica riciclata. Un’operazione per dimostrare come sia possibile, attraverso la ricerca tecnologica e la creatività, unire l’attenzione per l’ambiente alla produzione di opere d’arte.

a collection 3

Il progetto, curato da Chiara Casarin con gli arazzi creati dal Maestro tessitore Giovanni Bonotto, vede la partecipazione di dieci artisti: Giuseppe Abate, Thomas Braida, Nebojša Despotović, Manuel Felisi, Alberto La Tassa, Elena Mazzi, Ruben Montini, Giovanni Ozzola, Fabio Roncato, Giuseppe Stampone.

La prima tappa è realizzata in collaborazione con Opera Barolo, che ospita l’esposizione nel prestigioso Palazzo barocco, sede dell’Ente, collocato nel cuore storico di Torino (via delle Orfane 7). Da qui partirà e verrà presentato nelle più importanti e prestigiose sedi del contemporaneo internazionale in un percorso che si svilupperà nei prossimi anni.

a collection 2

Spiega Casarin: 

"Il progetto è la materializzazione di un semplice assunto: i filati ottenuti dal riciclo della plastica, grazie alle loro infinite cromie e matericità, possono comporre arazzi dettagliati e raffinatissimi. La plastica, proveniente per lo più dalle bottigliette che inquinano i mari, viene lavorata mediante un processo meccanico di fusione e filatura. La trasformazione della cosiddetta materia prima-seconda è condotta in maniera ecologia, sostenibile e produttiva e procede fino allo stadio finale in cui delicati sistemi di manipolazione consentono di ottenere filati che simulano alla perfezione quelli di origine naturale, anzi, le loro caratteristiche ne sono ulteriormente valorizzate. Lo spessore, la texture, il volume possono risultare differenti a seconda della lavorazione e diventano elementi perfetti per ogni tipo di utilizzo anche, soprattutto, quello creativo. Questo processo, che ha richiesto anni di studio, è ora messo al servizio della produzione artistica contemporanea e si configura come un nuovo linguaggio per la realizzazione di opere d’arte inedite".

Orari: martedì - venerdì: 10 /12.30 e 15/17.30; sabato e domenica: 15 /18.30; chiuso il lunedì

Ingresso libero - Ultimo ingresso alla mostra un'ora prima 

Info: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.www.a-collection.orginstagram: acollectionart


Cerca nel giornale

clicca e vedi LUDOOFFICINA

FACEBOOK

WhatsApp Image 2019 11 09 at 14.28.29

 

feste compleanno

SPORT

Image Lunedì, 28 Ottobre 2019
ASD Mappano perde contro il Caprie

Gli esperti

Image Lunedì, 11 Novembre 2019
Traumi nei nostri amici a quattro zampe

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.