facebooktwitter

nonsolocontro2017

4496118 Visualizzazioni

fotomao3

 

Una vita tra viaggi e pittura en-plein-air

Si tratta del corpus più consistente della pittura a olio dell’artista

Federica Carla Crovella

La poliedricità è il tratto caratteristico di Arnold Henry Savage Landor (1865-1924), che è prima di tutto pittore, ma insieme antropologo, esploratore, scrittore, fotografo, giornalista e in vita ha goduto di una grande notorietà, ma dopo la morte è sceso nell’oblio. Partito da Firenze, sua città natale, viaggiò in Africa, America e Asia, dedicandosi alla pittura; in particolare adottò uno stile 'impressionistico-macchiaiolo' di rapida esecuzione.

L’unicità di Arnold Henry Savage Landor è la pittura en-plein-air, prendendo però le distanze dallo stile della pittura di genere Orientalista e privilegiando luoghi su cui a distanza di tempo sarebbero intervenute le conseguenze della globalizzazione imminente. È stato anche autore di numerosi libri di viaggio, in cui restituisce i risultati delle sue scoperte in ambito antropologico e geografico, in linea con opere di autori pionieri come Jules Verne, Mark Twain, Robert Louis Stevenson e per l'Italia Emilio Salgari.

fotomao1

Il Museo d’Arte Orientale di Torino dedica all’artista una mostra monografica, curata da Francesco Morena, che guida alla riscoperta di questa figura, probabilmente non nota a tutti, ma di certo affascinante; sarà proposto al pubblico il corpus più consistente della pittura a olio dell’artista, che consta di circa 130 dipinti, 10 acquarelli e 5 disegni, provenienti da varie collezioni private, realizzati nel corso dei suoi viaggi, ma anche, durante il periodo dell’adolescenza, ancora nella “sua” Firenze. Dipingere l’Asia dal vero è il titolo della mostra, che rimanda al metodo pittorico usato dall’artista, che osserva la realtà circostante e la ritrae in tutta la sua veridicità, rigorosamente all’aperto. Ad oggi, questa esposizione è il nucleo più ricco al mondo di dipinti di Savage Landor; dunque fondamentale per comprendere l'evoluzione artistica di questa figura. In occasione della mostra verrà pubblicato un catalogo bilingue, edito da SAGEP, con saggi di Francesco Morena e Silvestra Bietoletti.

foto mao2

L’esposizione sarà visitabile fino al 14 giugno 2020. Sono previste visite guidate a cura di Theatrum Sabaudiae. Per le scuole il costo è di 75 €; 80 € in lingua. IL costo del diritto di prenotazioni è di 6 €. Per ulteriori informazioni e prenotazioni contattare il 011.5211788; o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Il costo della visita della mostra è di 3 €; mostra e museo intero 12 €, ridotto 10 €. L’ingresso è gratuito presentando l’abbonamento Musei e Torino + Piemonte Card.

Informazioni: 011.4436932 - www.maotorino.it

 

 

Cerca nel giornale

    Vedi e clicca sull'immagine

ludo raccontami storia


 

 


donazione nsc

 

SPORT

Gli esperti

Image Mercoledì, 27 Maggio 2020
Cosa fare quando si adotta un cucciolo

SCIENZA

Image Giovedì, 28 Maggio 2020
Come vivere bene dopo il Covid-19

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895