facebooktwitter

nonsolocontro2017

5745517 Visualizzazioni

giardini veduta all infinito 8676 0

 

 Gratis l'ingresso ai giardini fino al 29 marzo

Il 13 marzo inaugurazione della mostra evento "Sfida al Barocco"

na.ber.

Dopo la chiusura forzata per l'emergenza Coronavirus, oggi, martedì 3 marzo, riapre al pubblico anche La Venaria Reale e con molte sorprese e novità.

"La prima grande novità è l’apertura gratuita dei nostri Giardini  - spiega Paola Zini, presidente  del Consorzio delle Residenze Reali Sabaude - fino al 29 marzo, e poi ogni prima domenica del mese.  Ci è sembrato doveroso e significativo in questo particolare momento rendere disponibili per tutti lo svago e la bellezza di questi spazi straordinari, simbolo del paesaggio italiano premiati di recente come il “Parco più bello d’Italia”.

Aggiunge il direttore Guido Curto

"sono imminenti altre novità per il percorso di visita della Reggia, e siamo in pieno fermento anche per l’allestimento della grandiosa mostra “Sfida al Barocco” ospitata nella Citroniera con oltre 200 opere che stanno arrivando da ogni parte del mondo per il traguardo dell’inaugurazione, ormai prossima, del 12 marzo: un evento culturale già indicato come imperdibile per il 2020".

Tante le novità e le mostre in programma. Vediamo quali.

In occasione della Giornata delle donne, domenica 8 marzo a tutte le donne sarà riservato l'ingresso gratuito a Reggia e Giardini e lo sconto del 10% al Bookshop e al Caffè degli Argenti.

La Camera di udienza del duca del Chiablese Benedetto Maurizio, in particolare, sarà ripensata in primavera per essere propedeutica alla visita della Residenza Sabauda, attraverso l’esposizione di mobili preziosi, oggetti e quadri di pregio messi a disposizione dalla Fondazione Accorsi Ometto che consentono di illustrare l’evoluzione degli stili nel Settecento. E’ stato anche predisposto un nuovo ingresso alla Reggia per parte del pubblico che potrà scegliere tra la visita completa comprensiva del piano interrato e quella più rapida del solo Piano Nobile.

reggia1

Sempre da aprile aprirà, al secondo piano delle Sale delle Arti, Le macchine sceniche del Gran Teatro Barocco dalle origini greco-romane alla contemporaneità:  una ventina di maquettes realizzate dal Corso di Scenografia teatrale dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino, diretto da Massimo Voghera, che ripercorre la storia dello spazio scenico dall’antica Grecia ad oggi, concentrandosi sul teatro barocco.

Sempre da aprile sarà visibile nella Sacrestia della Cappella di Sant’Uberto l’arazzo Madonna del Divino Amore della collezione del Museo Pontificio della Santa Casa di Loreto, capolavoro cinquecentesco della Manifattura di Bruxelles tratto dal dipinto di Raffaello conservato al Museo di Capodimonte di Napoli. 

A marzo apriranno le prime due grandi mostre: Sfida al Barocco. Roma Torino Parigi 1680 – 1750 e Paolo Pellegrin. Un’antologia.

reggia2

 

Sfida al Barocco è in programma alla Citroniera Juvarriana dal 13 marzo al 14 giugno.  Oltre 200 capolavori provenienti dai più prestigiosi musei e collezioni di tutto il mondo. Una ricerca che si sviluppa tra Roma e Parigi, i due poli di attrazione dell’Europa moderna con cui la Torino di quegli anni intesse un intenso dialogo di idee e di scambio di opere e di artisti, che contribuiscono a una stagione epocale di rinnovamento delle arti sulla scena internazionale. La mostra, curata da Michela di Macco e Giuseppe Dardanello, affiancati da un comitato scientifico internazionale, rappresenta l’esito di un articolato progetto di ricerca svolto nell’ambito del programma di ricerche sull’età e la cultura del Barocco della Fondazione 1563.

Dal 20 marzo al 5 giugno, in occasione della mostra, tutti i venerdì sera (ad esclusione dell’8 maggio), dalle 18 alle 22.30, apertura straordinaria del Piano Nobile della Reggia e della mostra con un ricco programma di concerti ed eventi a tema.

reggia3

Dal 28 marzo al 20 settembre mostra antologica di Paolo Pellegrin, noto fotografo della storica agenzia Magnum Photos. Vincitore di numerosi premi internazionali,  lo ritroviamo adesso nelle Sale delle Arti della Reggia in un percorso immersivo. Oltre 200 fotografie ci portano dai conflitti armati che dilaniano il mondo, all’emergenza climatica di cui è protagonista la Natura. La mostra è a cura di Germano Celant.

Orari: la Reggia e le mostre sono aperte dal martedì al venerdì dalle 9.30 alle 17.30 e sabato, domenica e festivi dalle ore 9.30 alle 19


Cerca nel giornale

    Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro


 

SPORT

Gli esperti

Image Martedì, 22 Settembre 2020
Displasia del gomito nel cane

SCIENZA

Image Martedì, 15 Settembre 2020
Mario, e Luigi, compiono 35 anni

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com