facebooktwitter

nonsolocontro2017

7032849 Visualizzazioni

DonatoCarrisi

 "Io sono l'abisso", l'ultima fatica di Donato Carrisi

Il romanzo noir in era tecnologica che pone interrogativi inquietanti

 

Paola Maestrello

Donato Carrisi ci regala un altro capolavoro. Ci conduce alla ricerca delle minacce che non sono fuori, ma dentro di noi e ci accompagna in quel buio  profondo che è la nostra paura, un’emozione primaria come l’amore.

Sono i temi trattati dallo scrittore italiano di thriller più noto al mondo, nel suo ultimo libro "Io sono l'abisso" (edito da Longanesi - 382 pagine - 22 euro), uscito in libreria il 23 novembre scorso.

La trama

Sono le cinque meno dieci esatte. Il lago s’intravede all’orizzonte: è una lunga linea di grafite, nera e argento. L’uomo che pulisce sta per iniziare una giornata scandita dalla raccolta della spazzatura. Non prova ribrezzo per il suo lavoro, anzi: sa che è necessario. E sa che è proprio in ciò che le persone gettano via che si celano i più profondi segreti. E lui sa interpretarli. E sa come usarli. Perché anche lui nasconde un segreto.

L’uomo che pulisce vive seguendo abitudini e ritmi ormai consolidati, con l’eccezione di rare ma memorabili serate speciali. Quello che non sa è che entro poche ore la sua vita ordinata sarà stravolta dall’incontro con la ragazzina col ciuffo viola. Lui che ha scelto di essere invisibile, un’ombra appena percepita ai margini del mondo, si troverà coinvolto nella realtà inconfessabile della ragazzina. Il rischio non è solo quello che qualcuno scopra chi è o cosa fa realmente. Il vero rischio è, ed è sempre stato, sin da quando era bambino, quello di contrariare l’uomo che si nasconde dietro la porta verde.

Io sono abisso

Ma c’è un’altra cosa che l’uomo che pulisce non può sapere: là fuori c’è già qualcuno che lo cerca. La cacciatrice di mosche si è data una missione: fermare la violenza, salvare il maggior numero possibile di donne. Niente può impedirglielo: né la sua pessima forma fisica, né l’oscura fama che la accompagna. E quando il fondo del lago restituisce una traccia, la cacciatrice sa che è un messaggio che solo lei può capire. C’è soltanto una cosa che può, anzi, deve fare: stanare l’ombra invisibile che si trova al centro dell’abisso.

Una curiosità

Nel corso di una intervista Carrisi ha parlato del  pericolo che si annida nella rete, confidando ai conduttori che il suo romanzo, prima dell'uscita stava per essere "rubato" tramite un'email:

«Avevo appena inviato il libro finito al mio editor, quando pochi minuti dopo ho ricevuto una mail dalla mia casa editrice che mi chiedeva una copia. Ho pensato che strano l'ho appena fatto. L'email era scritta benissimo, ma per miracolo ho deciso di non mandare la copia e per fortuna, perché era falsa. Hanno cercato di fregarmi il romanzo. Se lo avessi fatto, avrebbero cercato di fare un'estorsione, magari chiedendo agli editori di pagare una somma per non divulgare il romanzo sul web» 


Cerca nel giornale

 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro


 

SCIENZA

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com