facebooktwitter

nonsolocontro2017

9829286 Visualizzazioni

James Joyce

 80 anni senza lo straordinario autore dell'Ulisse

Originale e anticonformista con i suoi rompicapo si è garantito l'immortalità

Mariaelena Spezzano

«Vi ho messo così tanti enigmi e rompicapi che terranno i professori occupati per secoli a chiedersi cosa ho voluto significare, e quello è l’unico modo per assicurarsi la propria immortalità».

È molto probabile che leggendo questa frase risulti davvero difficile, se non impossibile, associarla al suo autore. Certamente chiunque la attribuirebbe ad un grande personaggio, sia egli stato uno studioso, un filosofo, uno scienziato, uno scrittore, un pittore, e così via. E certamente chi ha studiato bene questo genio, se non lo ha già fatto, è in grado di svelarne l’identità.

Chi, invece, come me, ha studiato un po’ di letteratura inglese, scoprendo il proprietario di questa massima, confermerà che gli appartiene a 360 gradi.

Lettore e lettrici, quello che intendo celebrare con queste poche e semplici righe è il nome di James Joyce di cui forse non si sente parlare abbastanza. Non leggerete nulla sulla sua vita, né sulle sue opere, perché come è giusto che sia ne è sufficientemente ben arricchito il web, che, inoltre, riporta il vero nome del letterato.

James Joyce fa parte di quella grandissima ed importantissima famiglia di geni che hanno scritto la storia del mondo donandoci la loro arte. Egli, infatti, oltre ad essere ricordato come scrittore, poeta e drammaturgo, ha contribuito allo sviluppo della letteratura modernista del 1900, rappresentando, così, un modo di scrivere altro rispetto alla tradizione, per cui allora di Joyce emerse sicuramente il carattere anticonformista.Oggi, forse più di allora, quell’anticonformismo è completamente attuale, perché con la sua originalità e la sua genialità Joyce ha catturato l’attenzione del pubblico di quegli e di questi anni, dimostrando che è possibile esprimere una parte fondamentale dell’essere umano: il flusso di coscienza.

statua di james joyce 1

 

Insomma, immaginate pagine e pagine di frasi sconnesse senza punti né virgole, “Sì perché prima non ha mai fatto una cosa del genere chiedere la colazione a letto con due uova / da quando eravamo all’albergo City Arms / quando faceva finta di star male con la voce da sofferente e faceva il pascià per rendersi interessante con Mrs Riordan vecchia befana e lui credeva d’essere nelle sue grazie e lei non ci lasciò un baiocco / tutte messe per sé e per l’anima sua spilorcia maledetta / aveva paura di tirar fuori quattro soldi per lo spirito da ardere / mi raccontava di tutti i suoi mali / aveva la mania di far sempre i soliti discorsi di politica e i terremoti e la fine del mondo…”.

Solo perché fu James Joyce, solo perché fu un genio, solo perché fu un letterato, non pensate che sia stato semplice e naturale per lui mettere nero su bianco i pensieri dei protagonisti dei suoi scritti. E se siete curiosi di scoprire se sia facile o meno, e se voi siate capaci o meno, non vi resta che provare: scrivete quello che pensate e potreste rimanere affascinati dal risultato.

Capite anche voi che non si può dare torto a James Joyce quando parla di rompicapi che danno filo da torcere a professori e studiosi di tutti i tempi spremendosi le meningi per capire “cosa ho voluto significare”! Ma soprattutto, come negare che in questo modo si sia garantito l’immortalità?

James Augustine Aloysious Joyce, o semplicemente James Joyce, nacque a Dublino, città cui fu sempre profondamente legato, quasi ossessionato, il 2 febbraio 1882 e morì a Zurigo il 13 gennaio, l’anno ancora non si sa.


Cerca nel giornale

 

VEDI E CLICCA SUL BANNER PER SAPERNE DI PIU'

 tempo libro pubjpg

 

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com