facebooktwitter

nonsolocontro2017

4479866 Visualizzazioni

abruzzo basilica

 

 Alla scoperta dell'Abruzzo

Le meraviglie del Belpaese che nascondono immensi tesori

A cura di Pirati in Viaggio

Questa settimana con Pirati in Viaggio iniziamo un excursus lungo le regioni della nostra bella Italia. Pirati in viaggio, infatti, alla campagna #iorestoinitalia come forma di supporto dell'economia italiana e delle piccole imprese nazionali.

Si parte dall'Abruzzo.

Sapevate che l’Abruzzo è chiamata regione verde d’Europa? Merito dei suo tre Parchi Nazionali, di un Parco Regionale e di 38 tra oasi e riserve regionali e statali, che coprono il 30% del suo territorio. Il più famoso è il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise: creato nel 1923 è l'area protetta più antica d'Italia e ospita lupi, aquile reali, orsi marsicani, camosci e linci. Il Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga, con i suoi 150.000 ettari, è uno dei più grandi d'Europa, mentre il Parco Nazionale della Majella vanta una natura davvero selvaggia.

shutterstock 600703463 1584371950 T6Yw

Campo Imperatore, soprannominato il Piccolo Tibet, è un altopiano situato al centro del Parco Nazionale del Gran Sasso. Lambito dal Corno Grande, con i suoi 2.912 metri la vetta più elevata del Gran Sasso e dell'Appennino, custodisce anche ghiacciaio più meridionale d'Europa, il Calderone. Ciò che stupisce e affascina, sono gli ampi spazi totalmente visibili, merito della vegetazione esclusivamente erbacea. Celebre, lo storico albergo di Campo Imperatore, a quota 2.130 metri, dove Mussolini fu prima rinchiuso, e successivamente liberato dai tedeschi con una spettacolare operazione.

dsc 0198 6jpg 1584382868 1O1E

L’Abruzzo è ricchissimo di fortezze, torri e borghi fortificati, ne ospita circa 700! Il più celebre è Rocca Calascio, situato a quasi 1.500 metri di altitudine, tra le vette del Gran Sasso, naturale set cinematografico, ha fatto da sfondo a molti film, come Lady Hawke o Il nome della rosa. In regione però, ce ne sono tanti altri spettacolari, come il Castello di Roccascalegna, il Castello Aragonese di Ortona o la Fortezza di Civitella del Tronto, ma anche quelli di Celano, Balsorano, Bominaco, Barrea e altri.

5d922649afdbf25732572109ga1wr3

Il suggestivo tratto di costa compreso tra Ortona e Vasto, ospita i trabocchi, le tipiche palafitte in legno, una volta utilizzate per pescare. Circa 40 km dove si susseguono, spiagge e calette, borghi e vigneti, nonché uno dei tratti di costa più belli d’Abruzzo e d'Italia: la spettacolare Riserva Naturale di Punta Aderci, con il suo promontorio da cui si gode un panorama mozzafiato fatto di spiagge, mare turchese, verdi colline e sullo sfondo i massicci di Majella e Gran Sasso.

abruzzo

L’Abruzzo è una delle regioni che ospita il maggior numero di borghi riconosciuti come i più belli d’Italia dall’omonima associazione. Su tutti ci sentiamo di menzionare Scanno, perla nel Parco Nazionale d’Abruzzo e il più romantico dei borghi, per via del lago a forma di cuore se ammirato da una particolare prospettiva. Non dimentichiamo gli altri borghi che ci ci teniamo a elencare (in rigoroso ordine alfabetico): Abbateggio, Anversa degli Abruzzi, Bugnara, Campli, Caramanico Terme, Castel del Monte, Castelli, Città Sant’Angelo, Civitella del Tronto, Guardiagrele, Navelli, Opi, Pacentro, Penne, Pescocostanzo, Pettorano sul Gizio, Pietracamela, Pretoro, Rocca San Giovanni, Santo Stefano di Sessanio, Tagliacozzo, Villalago.

lago cuore

Parliamo di luoghi di culto secolari, immersi nella natura incontaminata e costruiti fino a oltre mille anni fa all’interno di quello che è oggi il Parco Nazionale della Majella. I più celebri sono l’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone, dove visse San Pietro da Morrone, futuro Papa Celestino V, l’Eremo di San Giovanni all’Orfento, l’Eremo di San Bartolomeo in Legio e l’Eremo di Santo Spirito a Majella.

shutterstock 482347324 1584372763 2k6E

Basilica di Santa Maria di Collemaggio. Situata appena fuori dalla cinta muraria dell’Aquila e recentemente tornata all’antico splendore dopo i nefasti effetti del terremoto del 2009, rappresenta la massima espressione dell'architettura abruzzese. Fu fondata nel 1288 per volere di Pietro da Morrone, che qui venne incoronato papa con il nome di Celestino V e del quale ospita le spoglie. È sede del primo giubileo della storia, istituito con la Bolla del Perdono nel 1294, tutt’ora noto e celebrato annualmente con il nome di Perdonanza Celestiniana.

Informazioni su: PIRATI IN VIAGGIO

sostienicinew4


Cerca nel giornale

donazione nsc

SPORT

Image Venerdì, 29 Maggio 2020
Calcio: il 20 giugno riparte la serie A

Gli esperti

Image Mercoledì, 27 Maggio 2020
Cosa fare quando si adotta un cucciolo

SCIENZA

Image Giovedì, 28 Maggio 2020
Come vivere bene dopo il Covid-19

COLLEZIONISMO

Più letti

Giovedì, 06 Giugno 2019
Pinerolo, dove tutto è pietra
Martedì, 19 Febbraio 2019
Vidracco: L'ottava meraviglia del mondo
Mercoledì, 20 Novembre 2019
Viverone, terza edizione di Natale sul lago
Martedì, 10 Settembre 2019
Torna a Lanzo, la Sagra del torcetto

Ultime news

Venerdì, 19 Luglio 2019
Usseglio, mostra regionale della toma
Martedì, 10 Settembre 2019
Torna a Lanzo, la Sagra del torcetto
Sabato, 20 Luglio 2019
Festa del Piemonte all'Assietta
Martedì, 19 Febbraio 2019
Vidracco: L'ottava meraviglia del mondo

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895