facebooktwitter

nonsolocontro2017

7670238 Visualizzazioni

Leuman

 E' a Collegno alle porte di Torino

 Il Villaggio Leumann, il singolare complesso architettonico che ha ospitato gli operai dell’omonimo Cotonificio

Ilaria Cavallo

Vi è mai capitata quella sensazione di trovarvi in qualche luogo mai visto di una città che conoscete molto bene e di sentirvi catapultati in un altro mondo? Senz’altro vi capiterebbe visitando il Villaggio Leumann, un quartiere operaio edificato ben più di un secolo fa alle porte di Collegno.

Lo stop forzato di questo periodo ci impedisce di uscire di casa, ma nessuno ci vieterà una passeggiata virtuale.

Pronti a partire?

Il nome del singolare complesso architettonico si deve al suo ideatore Napoleone Leumann, filantropico imprenditore svizzero giunto a Torino per l’edificazione del celebre Cotonificio. Pensato per dare ospitalità e servizi alla moltitudine di operai giunti da lontano, Leumann affidò l’edificazione all’ingegner Pietro Fenoglio.

leuman2

Costruito su un terreno di oltre 60mila metri quadrati, il villaggio ospita al suo interno, oltre al Cotonificio, un convitto, una scuola materna ed elementare (pare che per Leumann fosse importante l’educazione per i futuri operaia), la chiesa di Santa Elisabetta, un ufficio postale, l’ambulatorio medico, un teatro, i bagni comuni e molto altro ancora in modo che potessero avere tutto ciò di cui avessero bisogno. Molto importante fu il collegamento con la tranvia Torino-Rivoli per agevolare il collegamento con il capoluogo.

Insomma, il progetto era stato pensato come un autentico borgo operaio, una cittadella tutt’ora abitata ricca di storia.

Il progetto prese avvio nel 1871 e i lavori terminarono nel 1907. Rimase brulicante centro della vita operaia fino agli anni ’70, quando il Cotonificio cessò l’attività.

Ciò che lo rende un luogo davvero unico è l’architettura pensata in stile Liberty, lo stile architettonico diffuso in Europa nel corso della Belle Époque che caratterizza Torino – non a caso la città sabauda è nota come capitale italiana del liberty -. È questa la ragione per cui passeggiare tra le sue vie dà l’impressione di essere finiti all’interno di un mondo da fiaba e ci si aspetterebbe quasi di veder saltare fuori una principessa da ogni angolo.

Leuman1

Ancora oggi il Villaggio è in attività grazie all’operato dell’associazione no profit Amici della Scuola Leumann per la valorizzazione del plesso rilanciando una serie di appuntamenti per mantenere viva la memoria e far conoscere ad un vasto pubblico un luogo così unico nel suo genere.


Cerca nel giornale

 Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com