facebooktwitter

nonsolocontro2017

5207749 Visualizzazioni

canile generica

 

I provvedimenti promossi da San Benigno

Contributi a chi accoglie un randagio

Luigi Benedetto

Sono in tanti. Chiusi nella loro gabbia. Aspettano che qualcuno li adotti, li porta a casa, dia loro un tetto (o meglio, una cuccia), una ciotola con la pappa e tanto, tanto affetto. Aspettano che arrivi un qualcuno, un giorno. A volte quel giorno arriva, a volte non arriva mai. Loro sono i randagi, i trovatelli, i bastardini, a seconda di come li si vuole chiamare. Che non saranno di razza pura e non avranno un pedigree da favola, ma sanno dare tutto quello che un animale sa dare al proprio “padrone”. Se non di più.


Come si riempiono i canili? Funziona così. Quando in Comune arriva una segnalazione di un cane vagante o randagio che si sposta sul territorio, il Comune attiva il servizio pubblico di cattura, sia per evitare che il cane possa mordere un passante, sia per evitare che il cane stesso possa essere investito. Una volta catturato, l’animale viene trasferito al canile sanitario, dove inizia ad aspettare che succeda qualcosa, che arrivi qualcuno per adottarlo. I costi della cattura e della custodia sono a carico del Comune, e con l’aumentare del numero di cani catturati, aumentano anche i costi che devono essere sostenuti.

Per cercare delle soluzioni, alcuni enti locali hanno messo in campo delle iniziative: tra questi San Benigno, che già da tempo ha stabilito di assegnare un contributo di 260 euro, da liquidarsi in due soluzioni a distanza di un anno l’una dall’altra, per tutte quelle persone che decidono di adottare un cane randagio, andandolo a prelevare direttamente da un canile. Cosa puntualmente avvenuta anche nei mesi scorsi: una signora, Anna Maria Garesio, ha adottato un cane dal canile di Barbania lo scorso giugno, mentre una seconda signora, Laura Bernardi, ne ha adottati addirittura due, uno a maggio e uno a giugno, sempre dal canile di Barbania. E allora un applauso al Comune di San Benigno, e uno, anzi due, alle signore che hanno dato una nuova famiglia e una nuova casa a tre animali che non avevano più né una cosa né l’altra.


Cerca nel giornale

VEDI E CLICCA SUL BANNER

Banner andrea

 

 

 


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro 

 

    

            

                           

 

 

                                                              

Gli esperti

Image Giovedì, 30 Luglio 2020
I gatti da Guinness dei Primati

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Ultime news

Martedì, 19 Febbraio 2019
Epilessia nel cane: cause e sintomi
Martedì, 26 Marzo 2019
Zecche, perchè sono pericolose
Mercoledì, 03 Giugno 2020
Pet Therapy: cos'è e come funziona
Martedì, 07 Maggio 2019
Se il cane abbaia troppo

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com