facebooktwitter

nonsolocontro2017

5183002 Visualizzazioni

kitten faucet 559X397

 

Lo dimostra uno studio effettuato sui gatti

Il mancinismo, proprio come per gli uomini, esiste in tutto il mondo animale

Andrea Fontana

Essere mancini è stato per molti secoli una macchia, un segno del disonore per chi apparteneva alla categoria. Ancora negli anni '50 e '60 in qualche scuola si costringeva a scrivere con la mano destra chi invece voleva farlo con la sinistra. Molti personaggi famosi del presente e del passato sono mancini, ma il mancinismo desta ancora curiosità, e spesso capita anche a me, mancino doc, di sentirmi chiedere:“ma si può sapere come fa?” da parte di chi, con stupore, mi vede scrivere in quella strana maniera che solo chi usa la sinistra ha.

Anche i nostri animali hanno tra le loro fila dei mancini, ed è stato dimostrato proprio di recente da uno studio che ha analizzato il comportamento motorio lateralizzato nel gatto, valutando l'utilizzo delle zampe in 42 gatti domestici di fronte a tre compiti di difficoltà crescente. E' stata anche analizzata l'influenza del sesso e dell'età dell'animale sulla preferenza di utilizzo della zampa destra piuttosto che sinistra. I gatti maschi scelgono di  usare la zampa sinistra per portare a termine alcune attività più complesse, mentre la maggioranza delle femmine si serve della destra. Alle prese con azioni più semplici, invece, i gatti non fanno affidamento su una zampa in particolare ma le usano entrambe, indipendentemente dal sesso.

gatto mancino

La preferenza verso le due diverse zampe differisce significativamente tra i tre compiti:

Compito 1, l'esercizio più complesso, consistente nell'estrarre del cibo da un barattolo vuoto, favorisce la dimostrazione più evidente di comportamento lateralizzato, in cui tutti i gatti tranne uno hanno mostrato una forte preferenza verso l'utilizzo della zampa destra o sinistra. In particolare, fra le 21 femmine, tutte tranne una, in una dozzina di prove diverse, hanno privilegiato la zampa destra, mentre 20 dei 21 maschi  la sinistra; uno era ambidestro.

Compito 2, raggiungere un gioco sospeso sopra la testa,  e 3 prendere un gioco in movimento per terra: il comportamento motorio è stato ambidestro. Il comportamento lateralizzato è stato fortemente correlato al sesso.

Le femmine hanno maggiormente privilegiato l'utilizzo della zampa destra, mentre i maschi la sinistra e tutto ciò a prescindere dall'età del gatto.

cucciolo gioca con padrona

 

 

Nel complesso, concludono gli autori, i risultati suggeriscono che esistono due distinte popolazioni, circa la preferenza per l'utilizzo delle zampe, fortemente raggruppate attorno al sesso dell'animale. Gli ormoni potrebbero spiegare la presenza di mancinismo nei maschi: ricerche precedenti hanno collegato l'esposizione prenatale al testosterone all'essere poi mancini. A simili conclusioni sono giunti alcuni studi su altre specie animali come cani e cavalli. Lo studio indica inoltre una relazione tra il comportamento lateralizzato e la complessità dell'obiettivo. Il comportamento lateralizzato è evidente di fronte ad azioni più complesse, suggerendo una specializzazione cerebrale funzionale in questa specie.

Anche per l'uomo, d'altra parte - se pur difficile scrivere in maniera leggibile con la mano 'non dominante' - non comporta problemi aprire una porta o compiere altre semplici azioni con la mano sinistra.


Cerca nel giornale

VEDI E CLICCA SUL BANNER

Banner andrea

 

 

 


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro 

 

    

            

                           

 

 

                                                              

SPORT

Gli esperti

Image Giovedì, 30 Luglio 2020
I gatti da Guinness dei Primati

SCIENZA

COLLEZIONISMO

Ultime news

Martedì, 19 Febbraio 2019
Epilessia nel cane: cause e sintomi
Martedì, 26 Marzo 2019
Zecche, perchè sono pericolose
Mercoledì, 03 Giugno 2020
Pet Therapy: cos'è e come funziona
Martedì, 07 Maggio 2019
Se il cane abbaia troppo

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com