facebooktwitter

nonsolocontro2017

9536366 Visualizzazioni

Astoria1

 Il rapace cui erano state tagliate le penne

 Dopo un anno di cure da parte del personale del Parco Naturale dei Laghi di Avigliana

Giulia Odetti

Ci sono storie di salvataggio di animali selvatici con un finale tragico e storie che si concludono con un lieto fine.

Proprio come la storia che oggi vi vogliamo raccontare.

Protagonista è Astoria - la femmina di Astore (Accipiter gentilis il nome scientifico),  uccello rapace con un caratteristico  raggruppamento di piume bianche che formano una fascia sopra l’occhio - che nei giorni scorsi è stata liberata nell’ambiente naturale dal personale delle Aree protette delle Alpi Cozie e della Polizia locale della Città Metropolitana di Torino.

Astoria2

Una vicenda iniziata poco più di un anno fa, il 13 gennaio 2020, quando al personale delle Aree protette delle Alpi Cozie giunse la segnalazione di un rapace detenuto illegalmente nel pollaio di una casa nel borgo vecchio di Avigliana, cui erano state tagliate le penne remiganti, la parte più importante del piumaggio, per impedirldi volare.

Dopo una breve indagine la Polizia metropolitanaaveva sequestrato Astoria (così ribatezzata dal personale di soccorso) e distrutto quell'orribile gabbia-trappola e il rapace era statoaffidato al personale del Parco naturale dei Laghi di Avigliana, che vanta specifiche conoscenze in campo ornitologico, ha maturato una lunga esperienza nella gestione dei selvatici che ne ha iniziato la riabilitazione.

Astoria3

Astoria è stata così accudita con discrezione e professionalità per oltre un anno dai guardiaparco e dai veterinari che hanno limitato al minimo indispensabile i contatti con l'uccello per evitare di farle perdere la naturale indole predatoria.

Dopo un anno di cure,  nei giorni scorsi, Astoria è stata liberata:  le sue penne remiganti sonoin buona parte sostituite e in grado di garantirle il volo


Cerca nel giornale

VEDI E CLICCA SUL BANNER

Banner andrea

  


Nonsolocontroxmille 1 

 

    

            

                           

 

 

                                                              

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com