facebooktwitter

nonsolocontro2017

9216596 Visualizzazioni

Niki treno

 

 Ma ci sono regole precise da rispettare

 Importante è avere sempre con sè i documenti dell'animale

Sostieni il giornale con una piccola donazione

Chiara Mingrone

Si avvicinano le vacanze non solo per noi ma anche per Fido. Come è noto il trasporto di animali domestici su i mezzi pubblici - navi, aerei e treni - è ben regolamentato ma, non sempre, è semplice venirne a conoscenza o addirittura riuscire a rispettare le regole con il rischio, quindi, di incorrere in multe,  che potrebbero rovinare, ancor prima di arrivare a destinazione, la vacanza.

Ecco una piccola guida per portare i nostri amici animali (in particolare cani e gatti) sui treni nazionali, regionali e ad alta velocità

Dal 2012 su tutti i treni Trenitalia (compresi Frecciarossa e Frecciargento) è possibile viaggiare con i propri animali che, come normali passeggeri, devono essere muniti di biglietto.

Cani, gatti e altri piccoli animali possono viaggiare all’interno di un trasportino che non superi le dimensioni di 70x30x50 cm (queste dimensioni possono contenere un animale non superiore ai 10 kg), per loro il biglietto è gratuito mentre per i cani di media o grande taglia le cose cambiano: infatti, è necessario un biglietto di viaggio che, per tutta l’estate è al prezzo promozionale di 5€. I cani che viaggiano fuori dal trasportino devono tenere la museruola per tutta la durata del viaggio in caso contrario si potrebbe incorrere in una multa di 10€.

Importante è viaggiare sempre con i documenti dell’animale in particolare il libretto sanitario e l’iscrizione all’anagrafe, in caso di mancanza del documento si incorre in una sanzione di 25€.

Niki treno1

È anche importante ricordare che i biglietti per gli amici a 4 zampe non sono acquistabili sul sito di Trenitalia ma possono essere emessi solo dalle biglietterie autorizzate e le agenzie di viaggio insieme al biglietto del proprietario (attenzione le due cose non possono essere fatte separatamente quindi non è possibile acquistare il biglietto per passeggeri su internet per esempio e quello del cane in seguito).

Per alcuni treni regionali - come Trenord - non esiste una opzione animali per questo bisognerà far viaggiare il cane con un biglietto “per bambini” (con un costo pari al 50% del prezzo standard).

Ovviamente, queste regole non valgono per i cani per ipovedenti i quali viaggiano sempre gratuitamente.

Seguendo queste semplici regole il nostro viaggio verso i luoghi di villeggiatura sarà più semplice, più sicuro e privo di inconvenienti! 

dielle auto giugno

 

 


Cerca nel giornale

VEDI E CLICCA SUL BANNER

Banner andrea

  


Nonsolocontroxmille 1 

 

    

            

                           

 

 

                                                              

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com