facebooktwitter

nonsolocontro2017

3248960 Visualizzazioni

igiene orale cani gatti

  I consigli del veterinario per il benessere dei nostri amici a quattro zampe

Allo studio provvedimenti per contrastarne le proliferazione

La cattiva igiene orale è una delle cause più comuni di patologie dentali, perché consente alla placca di accumularsi dando origine al tartaro.
 
Questo crea un’alta possibilità di setticemia batterica ed è importante non sottovalutare il problema.
 
Per capire come mantenere una corretta igiene orale è sempre consigliabile parlare col proprio veterinario di fiducia, che saprà anche valutare lo stato di denti e gengive del vostro amico a quattro zampe. 
.
Spesso l’azione abrasiva meccanica delle crocchette sulla superficie dentale non è sufficiente, ed ecco il formarsi della placca batterica, che si trasformerà in tartaro.
 
Per eliminarlo occorrerà effettuare un’operazione di pulizia dentale accurata, detartrasi, proprio come per gli esseri umani, presso l’ambulatorio veterinario.
 
Alito cattivo o difficoltà nell’alimentarsi possono essere in alcuni casi solo la punta dell’iceberg di un problema più grave come ascessi o tumori.

Cerca nel giornale

    

SPORT

Image Lunedì, 20 Gennaio 2020
Para Ice Hockey International Tournament

Gli esperti

Image Giovedì, 16 Gennaio 2020
Cani e gatti ci parlano. Ecco come capirli

COLLEZIONISMO

Ultime news

Martedì, 19 Febbraio 2019
Epilessia nel cane: cause e sintomi
Martedì, 26 Marzo 2019
Zecche, perchè sono pericolose
Martedì, 07 Maggio 2019
Se il cane abbaia troppo
Domenica, 01 Dicembre 2019
Gatti e donne in gravidanza

Video del giorno

A CURA DI:

  • parole musica aParole & Musica onlus

  • Periodico fondato da Parole e Musica nel 1995
    Registrazione:
    n. 4839 del 18/01/1995 rilasciata dal Tribunale di Torino.
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: 339 7348994 o 393 5542895

  •  Il tuo 5 per mille a Parole & Musica onlus
  • biglietto 5 per mille2
  • Per destinare il 5 per mille a Parole & Musica onlus è sufficiente indicare il codice fiscale 92017360014 e apporre la firma nell'apposito riquadro del 730, CUD o modello unico.