facebooktwitter

nonsolocontro2017

7883924 Visualizzazioni

Astor Piazzolla

Avrebbe compiuto 100 anni in questi giorni

Nel 1974, con la sua Libertango, ha rivoluzionato la musica della sua terra 

lu.be. 

Ci sono musicisti che hanno successo perché scrivono canzoni che piacciono, che vendono. Ce ne sono altri che, oltre ad avere successo, hanno dei meriti. Per aver fatto qualcosa di fuori dal comune. Astor Piazzolla, che avrebbe compiuto 100 anni proprio in questi giorni, appartiene a questa seconda categoria. Ha avuto successo e ha avuto dei meriti. Meriti che gli hanno anche procurato diverse accuse: il merito d’aver preso la musica tipica della sua terra, l’Argentina, e di avergli dato una veste nuova, contaminandola con altri generi. L’accusa, dei puristi del tango, di averlo portato troppo lontano, troppo fuori dai suoi confini. Di averlo ucciso (non a caso uno dei suoi soprannomi è stato el asesino del Tango)

L’anno della svolta è il 1974, quando il suo disco “Libertango” (realizzato in Italia con musicisti italiani, tra i quali un giovane Tullio De Piscopo) apre la strada al “Nuevo tango”. Alla fisarmonica, che solitamente accompagna questa musica, si uniscono strumenti mai utilizzati prima: la chitarra elettrica, il basso elettrico, l’organo Hammond, il flauto. È un disco che contiene, tra gli altri, due brani diventati una colonna della sua produzione: Adiòs Nonino e, soprattutto, quella Libertango che dà il titolo all’album (rifatta da Grace Jones, entrata nella colonna sonora di numerosi film, usata per diversi spot pubblicitari e premiata anche con un Grammy Award).

Alla sua morte, avvenuta nel 1992, lascia una quarantina di dischi, oltre 500 brani incisi e circa 3mila composti. E il merito di aver condotto il tango laddove nessuno, né prima né dopo di lui, ha mai avuto il coraggio, o la capacità, di fare.


Cerca nel giornale

 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

 

 

 

Gli esperti

SCIENZA

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com