facebooktwitter

nonsolocontro2017

6973383 Visualizzazioni

canone rai

 E' inserito nella bolletta elettrica e diviso in 10 rate

 Con F24 se nessun componente della famiglia è titolare di un contratto per l'energia elettrica o con addebito diretto sulla pensione

na.ber.

Il 2021 è ormai inziato e con esso torna il canone RAI,  la quota dell’abbonamento, rimasto per fortuna fermo a 90 euro, alla radio e alla televisione pubblica che devono pagare tutti coloro che sono in possesso di un sintonizzatore per la ricezione del segnale sia terrestre sia digitale, per i servizi offerti dalla televisione e dalla radio pubblica.

Dal 1 gennaio 2016 si presume che chiunque abbia la corrente elettrica possieda almeno un televisore e quindi veda i canali della RAI. Per questo motivo il canone viene addebbitato direttamente nelle fatture per la fornitura di energia elettrica.

Come specificato sul sito dell’Agenzia delle Entrate, il canone RAI si paga “in dieci rate mensili, da gennaio a ottobre di ogni anno“.

Un altro medoto di pagamento sono gli F24: da utilizzare nel caso in cui nessun componente della famiglia anagrafica, "tenuta al versamento del canone, è titolare di contratto elettrico di tipo domestico residenziale, il canone deve essere versato con il modello F24 entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento. Il modello F24 deve essere utilizzato per il pagamento del canone anche da parte dei cittadini per i quali la fornitura di energia elettrica avviene nell’ambito delle reti non interconnesse con la rete di trasmissione nazionale”.

Un ultimo metodo di pagamento è l’addebito sulla pensione, ma è necessario farne richiesta al proprio ente pensionistico entro il 15 novembre dell'anno precedente ed è necessario avere un reddito non superiore ai 18mila euro.

Poi ci sono le esenzioni, ossia coloro che il canone RAI non lo devono pagare: i cittadini ultrasettantacinquenni e i diplomatici e militari stranieri. 

“I cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo proprio e del coniuge non superiore complessivamente a 8mila euro e senza conviventi titolari di un reddito proprio (fatta eccezione per collaboratori domestici, colf e badanti), possono presentare una dichiarazione sostitutiva  con cui attestano il possesso dei requisiti per essere esonerati dal pagamento del canone TV.  L’agevolazione compete se nell’abitazione di residenza si possiedono uno o più apparecchi televisivi, mentre non compete nel caso in cui l’apparecchio televisivo sia ubicato in luogo diverso da quello di residenza".

L’agevolazione spetta per l’intero anno se il compimento del 75° anno è avvenuto entro il 31 gennaio dell’anno stesso. Se il compimento del 75° anno è avvenuto dal 1° febbraio al 31 luglio dell’anno, l’agevolazione spetta per il secondo semestre.

 


Cerca nel giornale

banner endrio

PILLOLE FINANZIARIE: LE CRIPTOVALUTE, COSA SONO?

A cura del Dott. Endrio Milano, Private Banker Fideuram

 

     


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

PILLOLE FINANZIARIE

Argomento della puntata: E' il momento di investire

Rubrica di consulenza finanziaria a cura del Dott. Endrio Milano, 

Private Banker Fideuram

  


 

Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com