facebooktwitter

nonsolocontro2017

7667816 Visualizzazioni

lars carlstrom1

 Italvolt investe 4 miliardi di euro

Nel 2024 apre i battenti la Gigafactory: 4mila adetti e altri 15mila nell'indotto

lu.be./na.ber.

L’area ex Olivetti di Scarmagno, quella che per anni ha fatto sognare il Piemonte proiettandolo all’avanguardia nel settore dell’informatica, dopo anni di declino torna a spendere. Proprio in Canavese Italvolt, il colosso dell’automotive fondato da Lars Carlstrom, ha deciso di insediare la prima “Gigafactory”, progetto ambizioso già dal nome, che prevede l’impiego di 4mila addetti e un indotto potenziale di altri 15mila.

Di cosa si tratta? Semplicemente, si fa per dire, di un sito per la produzione e lo stoccaggio di batterie a ioni di litio per auto elettriche (vale a dire il futuro delle quattro ruote), con un investimento di partenza di 4 miliardi di euro che dovrebbe aprire i battenti per la primavera 2024. Il tutto su una superficie di 300mila metri quadrati previsti, e una capacità iniziale di 45 gigawattora (ma che potrà arrivare a quota 70), e con collaborazioni di prestigio: a partire dalla divisione Architettura di Pininfarina per quanto riguarda la progettazione dell’impianto, per arrivare alla Comau per la realizzazione del laboratorio di ricerca e sviluppo.

«Tra gli obiettivi principali, fin dal primo giorno del mio insediamento, c’era che il Piemonte tornasse ad essere attrattivo per le nuove imprese - commenta il presidente della Regione, Alberto Cirio - soprattutto nei settori storicamente strategici per il nostro territorio, come l’auto e l’innovazione tecnologica ed energetica legata all’automotive. Iniziamo a raccogliere i primi frutti, andando anche a recuperare un’area abbandonata da decenni e che, invece, tornerà a essere fonte di ricchezza e posti di lavoro».

Giorgio Marsiaj, presidente dell’Unione Industriale di Torino, commenta:

«Il fatto che Italvolt abbia scelto il Piemonte come sede della sua nuova fabbrica di batterie dimostra che la nostra filiera produttiva è eccellente ed è riconosciuta a livello internazionale per le competenze, la tecnologia e l’affidabilità. Sarà molto interessante, quando sarà noto il business plan, analizzare le metodologie adottate per un impianto di batterie a ioni di litio, che sarebbe una novità assoluta in Italia. Siamo molto orgogliosi che le nostre imprese e il nostro territorio possano essere coinvolti in un progetto che si annuncia come estremamente ambizioso e in grado di rendere la nostra Regione protagonista nella sfida europea ai giganti asiatici produttori di batterie”.

E, Patrizia Paglia, presidente di Confindustria Canavese,aggiunge:

«Abbiamo appreso con grande piacere la notizia dell’insediamento della fabbrica di batterie Italvolt nell’area di Scarmagno. Auspichiamo che questa installazione permetta di attivare un’importante operazione di riqualificazione industriale e ambientale, rivitalizzando l’area del più grande stabilimento che Olivetti aveva fatto costruire in Canavese contenendo nello stesso tempo il consumo del suolo e favorendo la transizione ecologica. Questa operazione di recupero di un’area industriale dismessa costituirebbe una eccezionale risorsa per lo sviluppo economico e occupazionale del nostro territorio e permetterebbe di riportare in vita un sito che ha un profondo valore storico e simbolico per il Canavese. Da parte di Confindustria Canavese e della rete imprenditoriale che essa rappresenta vi è pieno sostegno all’iniziativa e il nostro auspicio è che questo progetto possa diventare presto una concreta realtà».

 


Cerca nel giornale

banner endrio 2021


PILLOLE FINANZIARIE: IL DECRETO SOSTEGNI

A cura del Dott. Endrio Milano, Private Banker Fideuram

 

  


Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

Gli esperti

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com