facebooktwitter

nonsolocontro2017

9886113 Visualizzazioni

UBI Intesa SanPaolo

Da lunedì nuove insegne per BPER Banca

 Accordo sindacale su stipendi e benefit per i 15mila dipendenti di UBI

Endrio Milano

Private Banker

endrio milano

Sabato 10 e domenica 11 aprile si sono  concluse le operazioni di integrazione della rete Ubi Banca in Intesa Sanpaolo per le 1046 filiali di UBI  con circa 2,4 milioni di clienti che dal 12 aprile sono, a tutti gli effetti, clienti di Intesa

Cosa cambierà per loro?

Questa è la lista completa dei servizi e delle funzioni è stata comunicata ai clienti lo scorso 15 gennaio :

  • Ovviamente cambierà il codice IBAN del conto corrente e i clienti sono invitati a comunicare quello nuovo sia a chi dispone pagamenti a loro favore sia ai beneficiari dei pagamenti domiciliati, per evitare qualsiasi eventuale problematica da parte delle altre banche coinvolte nelle operazioni.

Ma Intesa garantisce che gli accrediti (stipendi, pensioni, bonifici) che arriveranno con le vecchie coordinate, saranno automaticamente indirizzate alle nuove coordinate e lo stesso accadrà con  le domiciliazioni delle utenze che saranno automaticamente veicolate  sulle nuove coordinate.

  • A partire dal 12 aprile non sarà più disponibile il servizio di multicanalità di Ubi («Qui Ubi»).
  • Le carte di debito e le carte prepagate Ubi Banca continueranno a funzionare fino al prossimo 31 dicembre 2021, oppure fino alla loro naturale scadenza, se precedente. In ogni caso prima della scadenza e comunque entro il 31 dicembre 2021, i clienti verranno contattati per la sottoscrizione di una nuova carta.
  • La clientela proveniente da Ubi Top Private è confluita in Intesa Sanpaolo Private Banking.

Il Ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina ha sottolineato come questa integrazione rappresenti la miglior combinazione possibile per Intesa Sanpaolo e di come consentirà al Gruppo di poter diventare  leader in Europa entro il 2025.

Accordo integrativo per 15mila dipendenti

Nella notte tra il 14 ed il 15 aprile è stato firmato da Fabi e dalle altre organizzazioni sindacali il primo accordo relativo all'integrazione dei circa 15mila dipendenti di Ubi Banca all’interno del nuovo gruppo. Dopo una complessa trattativa, partita lo scorso 11 febbraio, sono stati definiti i trattamenti economici e normativi di riferimento per gli 80mila lavoratori del nuovo gruppo Intesa Sanpaolo.

La procedura sindacale è una delle operazioni legate all'offerta pubblica di acquisto e scambio di Intesa Sanpaolo sul gruppo Ubi, conclusa positivamente nel corso del 2020.

Ampia soddisfazione per l’accordo raggiunto è stata epsressa sia dall’ Ad Messina che dai sindacati:

«Si sono mantenuti tutti i trattamenti in essere e valorizzate le migliori esperienze dei due gruppi nell'esclusivo interesse dei lavoratori, siamo fiduciosi nel prosieguo del confronto. Abbiamo Raggiunto un importante risultato per tutti i colleghi» commenta il segretario nazionale Fabi e coordinatore Fabi in Intesa Sanpaolo, Giuseppe Milazzo.


Cerca nel giornale

NSC Pubblicità I Nostri Soldi (2)

PILLOLE FINANZIARIE

Argomento della puntata: Portafogli ancora azionario, ma attenti all'inflazione

Rubrica di consulenza finanziaria a cura del Dott. Endrio Milano, 

Private Banker Fideuram

 banner endrio 2021

 

banner endrio 2021


POLITICA&FINANZA: IL SENSO DELLE COSE

A cura del Dott. Endrio Milano, Private Banker Fideuram

  

Nonsolocontroxmille 1

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com