facebooktwitter

nonsolocontro2017

7329837 Visualizzazioni

mascherine1 interno

 Molti dubbi, invece, su quelle in stoffa

Al momento il miglior dispositivo dispositivo di protezione è la FFP2

na.ber.

Quando a marzo di un anno fa, la pandemia si è abbattuta, anche in Italia, come un fulmine a ciel sereno, è immediatamente scattata la corsa all'acquisto di mascherine chirurgiche. Ricordiamo bene i cartelli sulle porte delle farmacie con la scritta "Mascherine esaurite". Le proteste e perfino le truffe in rete di chi le metteva in vendita a prezzi esorbitanti, sfruttando la paura  per quel virus tanto misterioso quanto letale, si moltiplicarono. Ricorderemo tutti, credo, persone che si aggiravano con dispositivi - si fa per dire - di protezione quantomeno artigianali, per proteggersi visto che la mascherina chirurgica si era ormai trasformata nell'oggetto più prezioso e introvabile.

La mascherina poi nel giro di qualche settimana divenne obbligatoria al chiuso e all'aperto e a quel punto furono le stesse case di moda a produrle come accessorio fashion da abbinare ai diversi look. 

mascherina stoffa

La mascherina di stoffa è efficace contro le varianti del virus?

Il tema torna prepotentemente alla ribalta dopo il ministro francese della Salute ha fatto sapere che le mascherine di stoffa sarebbero meno efficaci se non addirittura inefficaci contro le varianti del Covid. Che i dispositivi di stoffa non siano i più sicuri  è da tempo un dato certo. Se siano addirittura del tutto inefficaci ancora no.

La ricerca prosegue il suo cammino e gli studi sul virus e le sue varianti si moltiplicanlo cambiando prospettiva di settimana in settimana. La cosa certa è che stanno circolando diverse varianti del Covid, caratterizzate da una maggiore velocità di trasmissione.

Di fronte a questa rapia evoluzione del virus, dunque, le mascherine in stoffa, secondo gli esperti, garantirebbero solo una protezione minima e quindi insufficiente.

Badate bene non vi statiamo dicendo che non possono più essere utilizzate, ma semplicemente che offrono una protezione troppo bassa, poi sta a ciscuno di noi decidere quanto voglia proteggersi. L'Italia, infatti, a differenza di altri Paesi - che hanno deciso di alzare l’asticella disponendo l’utilizzo della FFP2 - non ne vieta l’uso.

E, le mascherine chirurgiche?

Se indossate nel modo corretto e se si rispettano le norme sulla distanza tra le persone, le mascherine chirurgiche proteggono anche dalle varianti del Covid. E' quanto risulta dalle evidenze scientifiche tuttora a disposizione, restando il punto di riferimento principale per la popolazione. Meno fashion di certo, meno colorate ma certamente più sicure di quelle in stoffa.

mascherina ffp2

Qual'è la mascherina migliore per proteggersi?

E' la FFP2, inizialmente destinata solo ad uso medico e consigliata a soggetti a lungo esposti con pazienti positivi al Covid. Ad oggi è considerato il miglior dispositivo di protezione individuale consigliato soprattutto nei luoghi chiusi dove non è sempre possibile rispettare la distanza tra le persone.

Per un uno standard base di sicurezza, comunque, va bene anche la mascherina chirurgica a proteggerci che, ovviamente, deve essere indossata nel modo corretto, coprendo sia il naso che la bocca.


Cerca nel giornale

banner farmacia

 Clicca sull'immagine per fare una donazione tramite paypal o carta di credito

donazione nonsolocontro

SPORT

Gli esperti

Image Mercoledì, 24 Febbraio 2021
L'osso di pelle per cani: pericoloso e tossico

SCIENZA

COLLEZIONISMO

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com