facebooktwitter

nonsolocontro2017

5777537 Visualizzazioni

zucchero

 

Riducendone l'utilizzo si ottengono risultati impagabili

Per combattarne l'astinenza si possono mangiare cibi aspri

Paolo Maria Salzotto

Quasi tutte le diete, che siano vegane, paleo o chetogeniche, hanno qualcosa in comune: evitare lo zucchero raffinato.
Questo zucchero viene usato per dare un certo sapore agli alimenti o per addolcirli, ma a differenza degli zuccheri naturali come quelli della frutta, fa male alla salute e, in più, crea dipendenza.
Se hai mai provato a fare a meno dello zucchero per un certo periodo, avrai notato quanto può essere difficile.
Torte, biscotti e altri dolci normalmente contengono zuccheri così come anche alimenti meno sospettabili come il pane, lo yogurt o la salsa di pomodoro.


Quando però riesci ad eliminare lo zucchero bianco, i risultati sono impagabili: non è solo perdere qualche chilo in eccesso, ma anche di avere più energia al mattino, un rischio minore di contrarre il diabete del tipo 2, una qualità di riposo migliore e la riduzione di altri problemi di stomaco come gonfiore o stitichezza.
Se la voglia di dolce persiste mentre cerchi di seguire una dieta senza zuccheri, puoi mangiare alcuni alimenti per liberarti di questi attacchi di fame. La cosa più interessante è che sono tutti cibi che già mangi regolarmente.

Alimenti proteici
Rimpiazzare lo zucchero con le proteine è il modo migliore per stabilizzare i livelli di glicemia. Un pasto proteico rallenta l’assorbimento dello zucchero ed evita che si presentino picchi in discesa e in salita, facendo diminuire contemporaneamente la voglia di mangiare dolci. Assumere più proteine non significa mangiare una bistecca e via. Sarebbe meglio preferire proteine contenute in lenticchie, carne di pollo non di batteria, fagioli neri, salmone, uova e latticini come yogurt o kefir.

Grassi sani
In passato i grassi sono stati considerati un macronutriente da evitare, ma nei tempi più recenti il loro ruolo è stato rivalutato, in particolare quando si fa una transizione a una dieta a basso contenuto di zuccheri.
Quando si deve bruciare energia, il corpo utilizza gli zuccheri e quando si elimina lo zucchero invece si sposta sui grassi. In questo modo il corpo si trasforma in una macchina brucia grassi super efficiente, e si abitua a bruciare i grassi quando ha bisogno di energia. I grassi migliori da assumere sono contenuti nell’avocado, che è anche ricco di proteine, nel burro non trattato, organico o derivato da animali nutriti a erba, nell’olio extra vergine di oliva e in tutti i cibi ricchi di omega 3 come noci, pesci grassi, semi e verdure a foglia verde.

Alimenti ricchi di fibre
Nei negozi si trovano molti cibi che sono arricchiti di fibre (aggiunte durante il processo di produzione), ma quando si tratta di tenere a bada la voglia di dolce, la soluzione migliore è mangiare noci, semi di lino, bacche e carote. Le fibre contenute in questi cibi rallentano il processo digestivo stabilizzando i livelli di zuccheri nel sangue e diminuendo il rischio di sviluppare il diabete. Un altro vantaggio dei pasti ad alto contenuto di fibre è che ti saziano a lungo, togliendoti l’abitudine di mangiare snack tra un pasto e l’altro e facendo perdere anche un po’ di peso.

Probiotici
Perché i probiotici aiutano a ridurre la voglia di mangiare dolci? Molti fermenti lattici sono nemici della Candida, un fungo che causa diverse malattie come la psoriasi, annebbiamento del cervello, aumento di peso e infezioni vaginali, e che si nutre di zuccheri.
Eliminando gli zuccheri, togli la fonte di cibo primaria di questo fungo e se mangi cibi probiotici otterrai risultati ancora migliori.
Questo perché nell’intestino si riprodurranno i batteri buoni e si terranno alla larga quelli cattivi (idealmente sarebbe 85% di batteri buoni o neutrali e 15% di batteri cattivi). Non si possono eliminare del tutto i cattivi se non con gli antibiotici, ma ciò solo se necessario. In questo modo avrai una pelle più sana, un sistema immunitario più forte e un intestino più pulito. A questo proposito i cibi giusti sono il kefir, l’aceto di mele, lo yogurt greco (in versione naturale e organica è meglio) e kombucha. In alternativa puoi utilizzare integratori mirati di fermenti lattici, in particolare Bifidobatteri.

Cibi aspri
Quando cerchi qualcosa di dolce, la cosa migliore da fare è mangiare qualcosa di aspro. Questi tipi di cibi sono anche probiotici o acidi organici che favoriscono la crescita di batteri buoni e di conseguenza riducono la crescita di funghi come la Candida. Yogurt naturale e altri cibi fermentati, crauti, kefir, pane con lievito madre, si possono aggiungere a insalate con l’aggiunta di limone o lime a fette. Questi alimenti migliorano la digestione, evitando i picchi di glicemia e stimolando l’assorbimento dei nutrienti.

Erbe e spezie
Usare erbe aromatiche e spezie aiuta il corpo a liberarsi della dipendenza da zucchero. Lo zenzero, per esempio, è un antinfiammatorio naturale che migliora la sensibilità insulinica e protegge contro il diabete. Si può aggiungere a un frullato o in un tè con limone o miele. La curcuma è un’altra spezia molto efficace che aiuta anche in caso di colesterolo alto.


Cerca nel giornale

SPORT

Gli esperti

Image Martedì, 22 Settembre 2020
Displasia del gomito nel cane

SCIENZA

Image Martedì, 15 Settembre 2020
Mario, e Luigi, compiono 35 anni

COLLEZIONISMO

Ultime news

Martedì, 10 Settembre 2019
Otto consigli per perdere peso
Mercoledì, 01 Gennaio 2020
Come combattere gli attacchi di fame
Domenica, 28 Giugno 2020
Cartine stradali, quanta nostalgia
Venerdì, 03 Maggio 2019
Lo yeti esiste. Forse

 

A CURA DI:

  • Associazione culturale NonSoloConto
    Associazione culturale NonSoloConto

  • Registrazione n. 2949 del 31/01/2020 rilasciata dal Tribunale di Torino
    Direttore responsabile: Nadia Bergamini
  • Per la tua pubblicità: Cristiano Cravero Agente Pubblicitario NonSoloContro
    Cell. 3667072703
    Mail: nsc.pubblicita@gmail.com